Aprire una pizzeria

Aprire una pizzeria

Aprire una pizzeria

E’ da un po’ di tempo ormai che leggo sui giornali che ci sono aziende che cercano pizzaioli, dicono che ci sono più di 6000 posti disponibili, la stessa notizia è stata ripetuta anche su qualche canale televisivo a pranzo sul telegiornale. In questi momenti di crisi? Se permettete ho i miei forti dubbi al riguardo, anzi, vi assicuro che la crisi si fa sentire anche qui. Nonostante tutto sul web e in giro per le vetrine dei negozi, mi capita di vedere tantissime locandine di varie scuole che organizzano corsi di pizzaiolo in grande quantità. Stiamo parlando del settore della ristorazione, e nel dettaglio delle pizzerie……vi assicuro che anche qui c’e una forte crisi, e si fa sentire. Basta guardarsi intorno per constatare con i propri occhi, quante pizzerie sono già chiuse, e quante sono in forte difficoltà. Comunque, qualora ci fosse una grande richiesta, e non si trovano pizzaioli, secondo me vuol dire che gli stipendi per chi fa quest’arte o mestiere sono troppo bassi, ecco spiegato il perché “non si trovano pizzaioli”, se fate questo lavoro, sarete sicuramente al corrente dell’elevato numero di pizzaioli che lavora all’estero, in paesi come il Regno Unito o la Germania, dove gli stipendi sono decisamente più alti.

Aprire una pizzeria
Aprire una pizzeria

Girando l’Italia per lavoro, ho notato un fenomeno molto più comune al nord rispetto che al sud: I pizzaioli sono extracomunitari. Si sa che in momenti di crisi come questo che stiamo vivendo….tutto è lecito.

Chi fa questo lavoro, compie molti sacrifici, e sicuramente sarà capitato a tutti di dire: Apro la mia pizzeria.

Aprire una pizzeria

Quanto costa e cosa serve per aprire un locale commerciale di pizza al taglio?

Ecco un preventivo, molto approssimativo, ma che sicuramente ci aiuta a capire meglio la situazione.

Un forno elettrico o a gas costa 2500 euro

Un frigo industriale costa non meno di 1500 euro

Una impastatrice costa circa 400 euro

Arredo di una pizzeria da asporto 5000 euro

Quindi per mettere su il tutto ce la caviamo con 12.000 euro iva inclusa.

E? possibile acquistare dell’attrezzatura usata, e risparmiare qualcosa, ma a meno di questa cifra non mi sembra possibile

A queste spese vanno aggiunte le spese di gestione ricorrenti

Affitto del locale

Pubblicità

 

IL FATTURATO

Una pizza al piatto costa mediamente 6,50 euro.

Quindi la pizzeria dovrebbe vendere circa 50 pizze al giorno, 350 a settimana per incassare il minimo utile per la sopravvivenza (Personalmente penso che non sono tante le pizzerie da asporto che hanno questa media di incassi) per avere un fatturato mensile di 9000 euro.

Vi ripeto che queste sono solo delle stime forfettarie.

Euro
Descrizione Costi Ricavi
Ricavato dalla vendita di 350 pizze a settimana 9.000,00
Affitto del locale 1.000,00
Spese energia 250,00
Telefono 30,00
INPS forfettario 1° anno 250,00
Commercialista 100,00
Stipendio commessa 1.200,00
Acquisto merci 1.400,00
Pubblicità 1° anno 150,00
TOTALI 4.380,00 9.000,00
IVA su vendite 901,80
IVA su acquisti ed energia (forfettario) 150,00
IVA da pagare 751,80
GUADAGNO LORDO 3868,20
Stima al netto di IMPOSTE personali 2.800,00

Questo è quel che resta al nostro gestore, ma…… mancano ancora tante altre cose da aggiungeree lascio a voi immaginare quali possano essere. Fatevi bene i vostri conti, e raggiungete un incasso medio di 350 euro al giorno per sopravvivere!!

Conviene? Non sta a me rispondere a questo quesito, ma penso che se un pizzaiolo è giovane ed ha voglia di mettersi in gioco, questo è il momento di provarci.

Contattatemi per tutte le informazioni di cui avete bisogno, oppure per una consulenza sull’ avviamento del vostro nuovo locale.

Aprire una pizzeria
Pizzeria

Per il sito internet della tua pizzeria, rivolgiti a SC WebMarketing

Aprire una pizzeria Overall rating: ★★★★★ 4.9 based on 15 reviews
5 1
Rate & review
Share Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi “G+” per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!