Archivi categoria: Ricette

pizza siciliana

La Pizza Siciliana Tradizioni e Ricetta

La Pizza Siciliana. Nei miei viaggi di lavoro e di piacere nella splendida Sicilia, non ho potuto fare a meno di osservare le diverse tradizioni culturali e le tantissime proposte culinarie che questa regione ci offre. Solo a volere parlare di pizza, si percepisce che in ogni provincia isolana esiste una variante locale di questo prodotto. Visitando Palermo, non si può non assaggiare lo “sfinciuni”, la classica focaccia locale condita con cipolla, caciocavallo, pomodoro e pangrattato. Nella provincia di Messina, oltre alla focaccia locale condita con verdure, formaggio, pomodoro e acciughe, è molto richiesto anche il “piduni” classico calzone fritto o al forno con un ripieno di verdure. Nel ragusano ovunque si vada, si può gustare la “scaccia”. Nella provincia di Catania, potrete gustare la tipica pizza siciliana, un calzone fritto con ripieno di formaggio, acciughe, funghi porcini e altri ingredienti. In provincia di Siracusa, è molto popolare il “pizzòlu” una pizza rustica farcita.

pizza siciliana
La pizza alla Siciliana

Nelle altre regioni d’Italia, in ogni menù che si rispetti, la pizza Siciliana è proposta con gli ingredienti tipici di questa regione e la sua cucina mediterranea: I capperi, le olive nere e le alici, un mix di sapori forti ma molto gustosa.

pizza siciliana
Pizza alla siciliana con alici, capperi e olive nere

Per preparare quattro deliziose pizza siciliana avremo bisogno di:

Farina tipo “0” 625 grammi

Acqua 375 grammi

Sale 15 grammi

Lievito 1,2 grammi

Zucchero 10 grammi

Olio 2-3 cucchiai

Preparate l’impasto amalgamando bene gli ingredienti, se non siete degli esperti potete consultare questo mio precedente post che vi spiegherà passo passo come preparare l’impasto della pizza.

Una volta terminata la fase di impasto, dividetelo in 4 parti e mettetelo in un contenitore con coperchio per la lievitazione. La fase di lievitazione impiegherà circa un ora, o fino a quando il volume delle palline sarà raddoppiato.

La stesura delle palline della pizza. Stendere le palline per ottenere 4 dischi di pasta con i polpastrelli non è facile se non avete alcuna esperienza, quindi, piuttosto che ottenere un cattivo risultato spianando le pizze con le vostre mani, consiglio sempre l’uso del mattarello a tutti quelli che si cimentano a prepararla a casa.

Il condimento: Cospargete i dischi di pasta con la passata di pomodoro, poco sale, le alici sono gia saporite. Aggiungete i filetti di alici/acciughe spezzandoli con le vostre dita in pezzetti più piccoli, Olive nere, Capperi di Pantelleria e un abbondante strato di mozzarella. A dare originalità a questa deliziosa pizza, consiglio a tutti i buongustai di aggiungere una spolverata di caciocavallo siciliano.

pizza siciliana
Pizza alla siciliana

La cottura: Non mi stancherò mai di ripetere che per ottenere un ottimo risultato con le vostre pizze, dovrete scaldare bene il vostro forno di casa. Accendetelo 15/20 minuti prima, al massimo della temperatura (200/250 gradi) prima di infornare le pizze, e non fate i curiosi, aprendo più volte la porta del forno per controllare la cottura, una dispersione di calore durante la cottura vi farà fare una figuraccia con i vostri ospiti. In un forno ben caldo la pizza al piatto sottile, impiega circa 15 minuti per cuocere, in ogni caso tenete d’occhio il bordo delle pizze, e solo quando esso risulterà essere perfettamente dorato, sfornate le pizze alla siciliana.

Se vi piace questa ricetta, lasciate il vostro commento su questa pagina.

pizza siciliana
La siciliana

Per saperne di più sulla Sicilia puoi consultare wikipedia.

pizza prosciutto

Pizza al Prosciutto La Ricetta dello Chef

La pizza prosciutto e…. , potrebbe sembrarvi incredibile, ma su cinque pizze che vengono prodotte in Italia, tre di esse hanno il prosciutto tra gli ingredienti che vengono usati. Quando parliamo di prosciutto dobbiamo fare una distinzione tra quello cotto e quello crudo. Del prosciutto crudo sulla pizza ci siamo occupati in questo mio precedente articolo, oggi parleremo del prosciutto cotto sulla pizza. Piace indistintamente ad adulti e bambini, e spesso viene abbinato ad altri ingredienti, molto popolare è la pizza prosciutto e funghi, è presente sulla quattro stagioni, sulla capricciosa, nei calzoni, abbinato ai carciofini e potrei continuare questa lista all’infinito. Sulla pizza viene disposto a fette, ed è sempre meglio dividere le fette in pezzi più piccoli per una questione estetica ma soprattutto perché gli ingredienti coperti completamente dalle fette di prosciutto cotto intere non avrebbero una cottura uniforme, producendo un effetto di galleggiamento degli ingredienti sulla pizza.

pizza prosciutto
La pizza al prosciutto

Esistono molti tipi di prosciutto cotto, da quello che costa pochi euro al chilo a finire a prosciutti di qualità che costano decine di euro al chilo. Vi ricordo che la pizza è nata come piatto povero, quindi, usate sempre pochi ingredienti, ma scegliete sempre quelli di qualità.

Impasto per pizza al prosciutto

pizza prosciutto
Pizza al prosciutto

Per potere preparare 4 pizza al prosciutto cotto preparate i seguenti ingredienti:

Per fare 4 palline di impasto da 250 grammi

Farina tipo “0” 625 grammi

Acqua 375 grammi

Sale 15 grammi

Lievito 1,2 grammi

Zucchero 10 grammi

Olio 2-3 cucchiai

In una ciotola versate l’acqua e scioglieteci il lievito.

Aggiungete l’olio extra vergine di oliva e lo zucchero, quindi la farina. Iniziate ad amalgamare gli ingredienti e aggiungete il sale. Lavorate l’impasto con le vostre mani fino ad ottenere un impasto morbido, elastico che si stacca completamente dalle vostre mani. Terminata la fase di impasto, dividetelo in 4 parti, formate 4 palline e disponetelo in un contenitore con un coperchio. Lasciatelo riposare per un ora circa o fino a quando non sarà raddoppiato di volume.

Terminata la fase di lievitazione, stendete le palline con i vostri polpastrelli, se non avete esperienza potete leggere il nostro articolo che vi spiega in modo perfetto come fare la stesura delle palline della pizza.

Terminata la stesura, aggiungete il pomodoro e le fette di prosciutto cotto a pezzetti. Questo è il momento di aggiungere altri ingredienti a vostro piacere, aggiungete la mozzarella.

Scaldate il vostro forno a 200 gradi, infornate le vostre pizze solo quando il vostro forno sarà caldissimo. La cottura impiegherà circa 15 minuti, dipende sempre dal tipo di forno che avete a casa vostra. Quando il bordo risulterà essere perfettamente dorato sfornate le pizze e servitele ben calde.

pizza prosciutto
Pizza al prosciutto

Se ti piace la pizza al prosciutto, facci sapere come la prepari, lascia un commento su questa pagina.

Conosci la differenza tra prosciutto cotto e spalla cotta?Guarda wikipedia.

pizza regina

Pizza Regina Ricetta e Preparazione

La pizza regina è la regina indiscussa tra tutte le pizze. Una squisita variante della classica pizza margherita napoletana, è stata battezzata con questo nome nel lontano 1890 dal famoso pizzaiolo napoletano Raffaele Esposito che contrariamente a quello che alcuni pensano, non fu l’inventore della pizza, ma semplicemente quello che diede il nome alla pizza margherita in onore della Regina Margherita di Savoia. Se avete voglia di approfondire meglio la storia della margherita, potrete leggere questo mio precedente post. Nel corso degli anni la pizza regina ha subito delle varianti rispetto alla classica margherita, sono stati aggiunti i carciofini e il prosciutto cotto. Facendo una ricerca su internet, troverete che la pizza regina è molto popolare, inoltre, sono tantissime le pizzerie in Italia chiamate Regina Margherita sparse in tutte le province, persino grandi aziende di distribuzione di pizze surgelate producono tutt’ora la pizza regina distribuita in tutto il mondo.

pizza regina
La pizza regina con prosciutto e carciofini

Pizza Regina Ricetta e Preparazione

Per preparare 4 pizza regina:

Farina tipo “0” 625 grammi

Acqua 375 grammi

Sale 15 grammi

Lievito 1,2 grammi

Zucchero 10 grammi

Olio 2-3 cucchiai

In una ciotola capiente versate l’acqua(20 gradi) e scioglieteci il lievito, lo zucchero e l’olio. Aggiungete la farina e iniziate ad amalgamare gli ingredienti. Aggiungete il sale e lavorate energicamente l’impasto per 10 minuti fino a quando risulterà essere morbido ed elastico.

pizza regina
Pizza regina

Dividete l’impasto in 4 palline e lasciatelo riposare per la lievitazione in un contenitore chiuso con un coperchio oppure sullo stesso piano di lavoro ben coperto con un canovaccio umido. Dopo circa un ora spianate le palline fino ad ottenere 4 dischi di pasta dal diametro di 30 cm circa. Condite con il pomodoro, carciofini a spicchi e prosciutto cotto a cubetti. Aggiungete la mozzarella e infornate nel vostro forno precedentemente riscaldato a 200 gradi. Dopo 15 minuti controllate il grado di cottura delle pizze, e sfornate solo quando il bordo risulterà essere perfettamente dorato.

pizza regina
Preparazione e cottura della pizza regina

Aggiungete qualche foglia di basilico fresco e servite ben calda.

Consigli: La buona riuscita della pizza a casa vostra dipende molto dalla cottura nel forno. Scaldatelo molto e bene prima di infornare le pizze e non aprite mai la porta del forno per controllare il grado di cottura.

Come prepari la pizza regina a casa tua? Lascia un commento su questa pagina.

Vuoi saperne di più sulla regina margherita? Clicca qui e consulta wikipedia.

pizza regina
La squisita pizza regina
pizza romana

Pizza alla Romana Ricetta della Scrocchiarella

Mi capita raramente di fermarmi a parlare con il mio collega pizzaiolo Mario, romano di Roma, rimango sempre affascinato da tutti gli aneddoti e racconti che ha da farmi su questa fantastica città e tutte le storie che accadono con i tantissimi turisti che frequentano la capitale. Se avrete modo di leggere il mio precedente articolo “Ti do una pizza” capirete il perché delle tante risate che ci facciamo. Una delle cose più importanti che ho appreso da lui e dalla cultura romana, è la preparazione della classica pizza romana, quella che trovate comunemente in tutte le pizzerie della città e che Mario e tutti i romani chiamano anche scrocchiarella. Mai termine fu più azzeccato di questo. Lo stile pizza romana “scrocchiarella” non è riferito a degli ingredienti particolari per la farcitura, ma ad un tipo di pizza, bianca o rossa che sia, sottilissimo e cotto in maniera non aggressiva nel forno a legna, da vita ad una pizza sottile e croccantissima. Gran parte del merito della croccantezza è dovuto all’uso dell’olio di semi che rende la pizza più croccante rispetto all’olio extra vergine di oliva che rende la pizza morbida (stile napoletano), e dalla stesura dei dischi di pasta che devono essere sottilissimi.

pizza romana
Focaccia romana sottilissima con prosciutto crudo

E possibile ottenere una buona pizza romana anche con il forno di casa a gas o elettrico seguendo con attenzione la nostra ricetta.

Pizza alla Romana Ricetta della Scrocchiarella

Per ottenere una ottima pizza romana dovremo usare una farina di media forza (w170-w200) e impastare al mattino per poi cuocere la sera, dobbiamo lasciarla lievitare almeno 6-8 ore.

pizza romana
Pizza romana al salame

Per fare 4 palline da 250 grammi l’uno per 4 persone

Farina di media forza W170: 625 grammi

Acqua 375 grammi

Sale 15 grammi

Lievito di birra 1grammo

Olio di semi di arachidi 20 grammi

Per la farcitura usate gli ingredienti che preferite.

In una ciotola sciogliete il lievito nell’acqua, aggiungete la farina e il sale e iniziate a lavorare fino ad ottenere un impasto compatto che si stacca completamente dalle vostre mani. Dividetelo in 4 palline e mettetelo in un recipiente con coperchio oppure sul piano di lavoro spolverizzando la superficie delle palline con la farina e coprendo con canovaccio leggermente umido, lasciatelo a riposo per 6-8 ore.

pizza romana
Una sottilissima focaccia romana

Terminata la fase di lievitazione, stendete le palline in modo uniforme fino ad ottenere 4 dischi sottili di pasta.

Condite a vostro piacere e infornate nel forno precedemente riscaldato a 200 gradi.

Il tempo di cottura può variare da forno a forno, dopo circa 5 minuti controllate il grado di cottura delle vostre pizze, e quando il bordo risulterà essere perfettamente dorato potrete sfornate e servire le vostre pizze.

Ti piace la pizza romana? Lascia il tuo commento su questa pagina.

La pizza romana su wikipedia

pizza romana
La pizza romana
Pizza vegetariana

La Pizza Vegetariana Ricetta e Ingredienti

La pizza vegetariana è la pizza perfetta per i vegetariani, vegan, e non solo…..

Il segreto per ottenere una ottima pizza vegetariana sta nell’accurata scelta delle verdure che devono essere fresche e di stagione. Nei mesi caldi si ha l’imbarazzo della scelta delle verdure da usare come condimento, ma anche durante il periodo invernale abbiamo un ampia selezione di verdure e ortaggi tra i quali scegliere.

pizza vegetariana
Pizza vegetariana

Tra le nostre ricette abbiamo già inserito una deliziosa pizza alle verdure marinate, in questa ricetta useremo ortaggi differenti e modalità di preparazione diverse.

Ingredienti: Melanzane, zucchine, peperoni, cipolla, olive, funghi, capperi, carote e sedano.

Prepariamo le verdure:Tritate finemente la cipolla e lasciatela appassire lentamente in una padella con un filo di olio extra vergine di oliva. Quando questa sarà diventata trasparente aggiungete tutte le altre verdure e saltare in padella a fuoco lento aggiungendo acqua se necessario. Aggiustare di sale e pepe.

pizza vegetariana
Pizza con verdure

Impasto per pizza vegetariana

Per preparare a casa vostra 4 pizza vegetariana

Per fare 4 palline da 250 grammi l’uno per 4 persone

 

Farina tipo “0” 625 grammi

Acqua 375 grammi

Sale 15 grammi

Lievito 1,2 grammi

Zucchero 10 grammi

Olio 2-3 cucchiai

Preparate l’impasto e dividetelo in 4 palline da 250 grammi, copritelo bene e lasciatelo riposare per la lievitazione per un ora abbondante.

Terminata la fase di lievitazione, stendete le palline con i vostri polpastrelli, se non avete esperienza potete leggere il nostro articolo che vi spiega in modo perfetto come fare la stesura delle palline della pizza.

pizza vegetariana
Pizza vegetariana

Aggiungete il pomodoro e le verdure preparate in precedenza. La pizza vegetariana, può essere gustata con oppure senza mozzarella.

Scaldate il vostro forno a 200 gradi e infornate per 15 minuti oppure fino a quando il bordo delle pizze sarà perfettamente dorato.

Potrebbe esservi utile un elenco delle verdure per fare le opportune scelte d’acquisto nel periodo giusto di produzione:

Aglio estate
Asparagi primavera
Barbabietole estate – autunno – inverno
Basilico estate
Bietole primavera – estate – autunno
Broccoli primavera – autunno – inverno
Carciofi inverno – primavera
Cardi inverno
Carote primavera – estate – autunno – inverno
Catalogna inverno
Cavolfiore primavera – autunno
Cavoli cappuccio estate – autunno – inverno
Cavolini di Bruxelles autunno – inverno
Cetrioli estate
Cicoria autunno – inverno – primavera
Cicorini inverno
Cime di rapa inverno – primavera
Cipolle primavera – estate – autunno – inverno
Crescione primavera
Crescione dei prati inverno
Erbette autunno
Fagioli estate – autunno
Fagiolini primavera – estate
Fave primavera
Finocchi autunno – inverno – primavera
Fiori di zucca estate
Indivia primavera – estate – autunno – inverno
Lattuga primavera – estate – autunno – inverno
Melanzane estate
Patate estate – inverno
Patate novelle primavera
Peperoni primavera – estate
Piselli primavera – estate
Pomodori primavera – estate
Pomodori a grappolo autunno
Porri primavera – estate – autunno – inverno
Prezzemolo primavera – estate
Radicchi rossi primavera – autunno – inverno
Rape primavera – estate – inverno
Ravanelli primavera – estate
Rosmarino primavera – estate – autunno – inverno
Rucola primavera – estate
Salvia primavera – estate
Scalogno estate
Scorzonera autunno – inverno – primavera
Sedano primavera – estate – autunno – inverno
Sedano rapa autunno
Spinaci primavera – estate – autunno – inverno
Taccole estate
Topinambours autunno – inverno
Valeriana primavera – estate
Valerianella autunno – inverno
Verza autunno – inverno
Zucche estate – autunno – inverno
Zucchine estate

FRUTTA DI STAGIONE

Albicocche estate
Amarene estate
Ananas autunno – inverno – primavera
Angurie estate
Arance inverno – primavera
Avocado inverno
Banane inverno – primavera – estate
Cachi autunno
Castagne autunno
Cedri autunno – inverno
Ciliegie primavera – estate
Cotogne autunno
Fichi estate – autunno
Fragole primavera – estate
Fragoline di bosco estate
Kiwi inverno
Lamponi estate
Limoni autunno – inverno – primavera
Mandaranci autunno
Mandarini autunno – inverno
Mandorle autunno
Melograno autunno
Mele autunno
Meloni estate
Mirtilli estate
More estate
Nespole primavera – autunno
Nocciole autunno – inverno
Noci autunno
Pere estate – autunno
Pere conference primavera
Pesche estate
Pompelmi autunno – inverno – primavera
Prugne estate
Ribes estate
Uva Italia autunno
Uvaspina estate

Ortaggi e verdure su wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Ortaggi

Lascia il tuo commento su questa pagina.

pizza vegetariana
Vegetariana
pizza americana

Ricetta e Preparazione della Pizza Americana

Nelle località turistiche del nostro paese capita spesso di trovare tra le tante proposte dei menù delle pizzerie una pizza creata appositamente per deliziare i palati dei tantissimi turisti americani che visitano l’Italia: La pizza americana.

pizza americana
Pizza americana

Quando affronto questo argomento con i miei colleghi pizzaioli, salta fuori inevitabilmente il solito pensiero, la pizza americana è la pizza che ha la lista degli ingredienti più lunga che sia mai stata inventata. E’ solo una delle tante classiche pizze prodotte negli Stati Uniti, ed è molto richiesta anche qui nel nostro paese.

Ecco la lista degli ingredienti con cui è farcita: Pomodoro, mozzarella, wurstel, mais, peperoni a cubetti, olive, salsiccia sbriciolata, pomodori freschi a fette, cipolla e funghi porcini. A differenza delle comuni pizze al piatto, va cotta in una teglia tonda, e si capisce subito il perché: Neanche il più esperto dei pizzaioli riuscirebbe a impalare la pesantissima pizza americana con la pala da pizzaiolo e depositarla nel forno per la cottura senza romperla. Per la preparazione di questo tipo di pizza, di solito viene usata una base più spessa, magari accoppiando 2 palline di impasto.

pizza americana
La pizza americana

Ricetta e preparazione della pizza americana.

Per preparare l’impasto per 2 pizza americana da cucinare su 2 teglie tonde dal diametro di 35 centimetri avremo bisogno di:

Farina tipo “0” 625 grammi

Acqua 375 grammi

Sale 15 grammi

Lievito 2/3 grammi

Zucchero 10 grammi

Olio 2-3 cucchiai

Preparate l’impasto classico per pizza, e dividetelo in 2 pezzi da 500 grammi. Coprite l’impasto con un canovaccio e lasciate lievitare per un ora oppure fino a quando il suo volume non sarà raddoppiato. Cospargete con olio le due teglie per la cottura e con i vostri polpastrelli spianate l’impasto in modo uniforme fino a ricoprire tutta la superfice delle teglie. Lasciare lievitare per altri 30 minuti, poi aggiungete tutti gli ingredienti elencati nella lista, fatta eccezione per la mozzarella che verrà aggiunta in seguito. Scaldate bene il vostro forno a 200 gradi poi infornate le pizze per 20 minuti circa. Tiratele fuori dal forno, aggiungete la mozzarella e mettetele di nuovo in forno per completare la cottura. Quando il bordo sarà perfettamente dorato, sfornate le vostre pizze. Aspettate qualche minuto che la mozzarella si raffermi e tagliate le vostre pizza americana a spicchi. Le due pizze ottenute, saranno sufficienti per 5/6 persone.

pizza americana
Teglia di pizza americana

Se ti è piaciuta questa pizza, lascia il tuo commento su questa pagina.

Vuoi conoscere altre pizze in stile americano? Dai un occhiata al menù di Pizza Hut, una delle più grandi catene di pizzeria americane.

pizza al taglio

Ricetta per Fare la Pizza al Taglio Perfetta a Casa

La “pizza al taglio” oppure se preferite chiamarla “pizza al trancio” ci mette sempre di fronte al solito dubbio ogni volta che prepariamo la pizza a casa: Meglio fare la pizza al taglio cioè la teglia di pizza, oppure meglio fare la pizza al piatto? La differenza tecnica è riassumibile in pochi semplici dettagli: La pizza al piatto è fatta per essere cotta e consumata subito, ed è una pizza individuale, la pizza al taglio è fatta per mantenersi più a lungo sui banchi di vendita delle pizzerie, quindi avrebbe sicuramente un risultato migliore se dobbiamo preparare una pizza a casa nostra che andrà consumata un po’ per volta nel corso di una festa con tanti invitati.

pizza al taglio
Pizza al taglio

Un’altra cosa di cui dobbiamo tenere conto, è che mentre per la pizza al piatto (monoporzione) non ci saranno avanzi, se si decide di preparare la pizza al taglio, si devono calcolare bene le dosi per evitare sprechi.

Il nostro ritmo di vita che è diventato sempre più veloce, ha fatto si che si sviluppassero sempre più pizzerie al taglio, perché si è spesso costretti al pranzo o alla cena veloce, lasciando la pizza al piatto come esclusiva dei locali serali per famiglie. In conclusione, potremmo dire che la pizza al taglio è comoda, veloce, pratica da mangiare, ma se vogliamo davvero gustare una pizza, è sempre consigliabile recarsi in un locale e ordinare una pizza al piatto restando comodamente seduti ad un tavolo.

Per ottenere una buona teglia di pizza al taglio a casa nostra è di fondamentale importanza avere un buon forno, elettrico o ventilato, ma anche con un normale forno da cucina a gas standard è possibile ottenere buoni risultati seguendo i nostri consigli.

pizza al taglio
Trancio di pizza al taglio

Impasto:

L’impasto per pizza al taglio è lo stesso della pizza al piatto. I forni delle cucine di casa sono ormai standardizzati e hanno spazio per potere cuocere 2 teglie delle misure di 30 x 40 centimetri. Una quantità maggiore di pizza cotta nel forno standard di casa comporterebbe un inevitabile abbassamento della temperatura durante la cottura, con risultati pessimi.

Per 2 teglie 30 x 40 centimetri (come da figura sotto)avremo bisogno di circa 1 kilo di impasto:

pizza al taglio
La classica teglia dei forni di casa.

Farina tipo “0” 625 grammi

Acqua 375 grammi

Sale 15 grammi

Lievito 2/3 grammi

Zucchero 10 grammi

Olio 2-3 cucchiai

**Differenti tipi di farina assorbono acqua in quantità differente, controllate sempre la giusta densità dell’impasto aggiungendo o togliendo farina.

Preparazione:

Versate in una ciotola l’acqua, sciogliete il lievito, aggiungete olio e lo zucchero, versate la farina e iniziate ad amalgamare, aggiungete il sale e lavoratelo bene fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico. Potrebbe risultarvi più comodo lavorarlo su di una spianatoia.

Dividete l’impasto in 2 pezzi da 500 grammi. Cospargete la superficie delle teglie in modo uniforme con un filo di olio e disponeteci l’impasto, lasciarlo riposare ben coperto per la lievitazione. Dopo un ora circa, aiutandovi con i vostri polpastrelli, spianate l’impasto in modo da ricoprire tutta la superficie della teglia.

A questo punto dobbiamo attendere altri 30 minuti che la lievitazione riparta nuovamente prima di condire e infornare.

La pizza al taglio va cotta in 2 fasi, la prima fase con il pomodoro, per 15/20 minuti (dipende dal forno) e appena notiamo che il bordo inizia a dorare, la sforniamo, aggiungiamo gli ingredienti e la mozzarella tritata, poi la rimettiamo in forno fino a quando la mozzarella non sarà sciolta e il bordo sarà completamente dorato.

pizza al taglio
Banco di una pizzeria al taglio

Come vi suggerisco in ogni nostra ricetta, la cottura nel forno della pizza, è la fase più delicata di tutto il processo, quindi…. Mai aprire il forno per controllare il grado di cottura, e, scaldatelo molto bene alla temperatura massima prima di infornare le teglie di pizza.

Come prepari a casa tua la pizza al taglio? Lascia la tua ricetta nei commenti su questa pagina.

Se sei interessato ad approfondire l’argomento delle varie tipologie di pizzeria esistenti in Italia, consulta wikipedia.

Ricetta Della Pizza Mimosa o Pizza Mais e Prosciutto

La pizza mais e prosciutto, chiamata ormai da tutti “Pizza Mimosa” prevede l’impiego di tre semplici ingredienti: Il mais, il prosciutto cotto e la panna da cucina.

pizza mais
Pizza mais e prosciutto

E una variante classica della solita pizza e se ancora non lo avete fatto, dovete assolutamente assaggiarla. La ricetta per farla a casa vostra, è molto semplice, un po’ come tutte le ricette che vi proponiamo.

Ricetta Della Pizza Mimosa o Pizza Mais e Prosciutto

Per la preparazione di tre pizza mais o se preferite “Mimosa” avrete bisogno di:

500 grammi di farina tipo 0

5 grammi di lievito di birra

250 ml di acqua tiepida

50 grammi olio extra vergine di oliva

1 cucchiaino di sale

1 di zucchero

2 confezioni di panna da cucina

2 barattoli di mais

pizza mais
Pizza mimosa

Prepariamo l’impasto:

Prendete un recipiente e versate l’acqua, scioglieteci il lievito e aggiungete la farina,l’olio e lo zucchero, iniziate ad amalgamare e infine aggiungete il sale. Lavorate l’impasto fino a quando non avrà assunto un aspetto compatto, morbido ed elastico.

Dividete l’impasto ottenuto in 3 palline, copritele bene e lasciatele lievitare per un ora circa. Quando il volume dell’impasto sarà raddoppiato, stendete l’impasto con le vostre dita oppure facendo uso del mattarello fino ad ottenere 3 dischi di pasta sottili, dal diametro di 28/30 centimetri.

pizza mais
Pizza mimosa

Il condimento:

Versate la panna sui dischi di pasta, e aiutandovi con un cucchiaio disponetela in modo regolare sulla superfice delle pizze( nello stesso modo del pomodoro).

Aggiungete il prosciutto cotto a cubetti, oppure se preferite dividete le fette in tanti piccoli pezzettini, e aggiungete il mais in grani avendo cura di scolare bene l’acqua contenuta nel barattolo.

Portate il vostro forno alla temperatura di 200/250 gradi e quando sarà ben caldo infornate le vostre pizze.

Dopo 10/15 minuti controllate il grado di cottura delle vostre pizze, se il bordo sarà completamente dorato, potrete sfornare le vostre pizza mimosa.

Aggiungete qualche foglia di basilico fresco e servite ben calda.

pizza mais
Pizza mais e prosciutto

Come prepari a casa tua la pizza mais? Lascia la tua ricetta nei commenti su questa pagina.

Se vuoi saperne di più sul mais dai un occhiata a wikipedia.

ricetta piadina

Ricetta della Piadina Romagnola Light

La piadina è un prodotto tipico classico della Romagna, e negli ultimi decenni ha davvero acquisito fama a livello internazionale. Nata come un piatto povero fatto con farina di frumento e acqua, nel corso degli anni ha subito modifiche dovute alle diverse culture e tradizioni delle varie città romagnole in cui viene preparata. La ricetta? Non ne esiste una sola, ogni città custodisce gelosamente la propria. In alcune località si fa uso del lievito, in altre del bicarbonato, qualcuno usa lo strutto, altri l’olio extra vergine di oliva, infine c’è chi aggiunge il latte per dare morbidezza. Ha moltissimo in comune alla pizza, dagli ingredienti alla forma. Preparare la ricetta della piadina romagnola light a casa propria, è davvero una cosa semplice e veloce. Questa ricetta della piadina è una versione “light” dove non si fa uso dello strutto.

ricetta piadina
La piadina romagnola

Ricetta della Piadina Romagnola Light

Ingredienti per ottenere 6 piadine

400 grammi farina tipo “00”

10 grammi di lievito (quello per pizza)

1 cucchiaino di sale fino

4 cucchiai di olio extra vergine di oliva

250 ml di acqua non fredda (30 gradi circa)

ricetta piadina
Piadina farcita con prosciutto stracchino e rucola

Preparazione

I tempi di preparazione della piadina, sono ridotti rispetto all’impasto per pizza: Preparazione impasto 10 minuti, riposo (lievitazione) 30 minuti, cottura 2 minuti.
Versate in una ciotola gli ingredienti e amalgamateli.

Trasferite l’impasto su un piano di lavoro e lavoratelo per 10 minuti fino a quando ha raggiunto una consistenza uniforme.

Tagliare l’impasto in palline da 100 grammi

Copritelo e lasciatelo riposare per 30 minuti.

Dopo 30 minuti spianate le palline fino a dargli un diametro di 20/24 centimetri.

Cuocere in una padella apposita antiaderente a fuoco vivo su entrambi i lati. Se non possedete la piastra circolare per le piadine, è possibile usare una comune padella antiaderente.

ricetta piadina
Cucinare la piadina

L’abbinamento perfetto? Sicuramente la Piadina con un bel bicchiere di Sangiovese

La piadina romagnola si presta per gli abbinamenti più disparati, dal dolce al salato, senza particolari problemi.

Ecco una lista dei prodotti comunemente usati per farcire la piadina romagnola:

salame, prosciutto crudo, prosciutto cotto, squaquerone, rucola, salame piccante, coppa, mortadella, speck, fontina, pecorino, pomodoro, melanzane, salsiccia, cipolla, Nutella.

ricetta piadina
Piadina farcita

Se vuoi saperne di più sulla piadina, consulta l’enciclopedia wikipedia

pizza pesto

Ricetta Pizza Pesto – Un Accoppiata Vincente

La deliziosa pizza al pesto che fino a pochi anni fa sembrava essere un esclusiva della regione Liguria, finalmente comincia a trovare spazio in tutti i menù della nostra penisola e non solo. Nel mio ultimo viaggio nella città più multietnica al mondo: New York, sono rimasto davvero sorpreso di trovare nel menù di una pizzeria la “chicken pesto pizza” e … come potevo non ordinarla. Una deliziosa tagliata di pollo condita al pesto che faceva da topping ad una pizza margherita. Mi chiedevo, chissà se avrebbe successo anche in Italia? Gli Italiani sono molto tradizionali, solo in pochi oserebbero abbinare il pollo alla pizza, infatti molte pizzerie nel nostro paese suggeriscono la semplice margherita con aggiunta di pesto come topping. Assolutamente deliziosa e da assaggiare se non lo avete ancora fatto.

pizza pesto
La pizza al pesto

Passiamo alla preparazione della pizza pesto.

Impasto della pizza:

Dosi per preparare 4 pizza pesto
Farina tipo “0” 625 grammi
Acqua 375 grammi
Sale 15 grammi
Lievito 2 grammi
Zucchero 10 grammi
Olio 2-3 cucchiai
Prendete un recipiente per l’impasto, versateci l’acqua tiepida (20 gradi circa) e scioglieteci dentro il lievito, poi aggiungete l’olio extra vergine di oliva e lo zucchero. Aggiungete la farina e iniziate ad impastare. Aggiungete il sale e procedete a lavorare l’impasto con le vostre mani fino ad ottenere un prodotto omogeneo, elastico e morbido che si staccherà completamente dalle vostre mani.

Dividete l’impasto ottenuto in 4 palline e lasciatelo a riposo ben coperto per la lievitazione, per un oretta o fino a quando il suo volume non sarà raddoppiato.

pizza pesto
Pizza al pesto

Nel frattempo prepariamo il pesto. Per preparare il pesto dobbiamo lavare e asciugare bene 4 mazzetti di foglie di basilico fresco. Iniziamo a tritare 2 spicchi d’aglio con un po’ di sale, poi aggiungiamo le foglie di basilico, una manciata di pinoli, il parmigiano (40 g) e il pecorino (20 g) e mescolare il tutto incorporando poco alla volta l’olio d’oliva. Il pesto non deve essere troppo liquido.

Completata la lievitazione, procedete con la stesura delle palline.

Condite i dischi di pasta con la passata di pomodoro, sale, olio extra vergine di oliva, origano, aggiungete la mozzarella e aiutandovi con un cucchiaio condite la superfice delle pizze con il vostro pesto.

Portate il vostro forno alla temperatura di 200/250 gradi e infornate le vostre pizze. Dopo 15 minuti controllate il grado di cottura, e sfornate solo quando il bordo risulterà essere perfettamente dorato. Aggiungete qualche foglia di basilico fresco e servite ben calda.

pizza pesto
Pizza margherita con pesto alla genovese

Come preparate la vostra pizza al pesto? Lascia la tua ricetta nei commenti su questa pagina.

Per saperne di più sul pesto, puoi dare un occhiata a wikipedia.