Archivi categoria: Consigli

Come Eliminare L'Acidità Del Pomodoro

Come Eliminare L’Acidità Del Pomodoro

Come Eliminare L’Acidità Del Pomodoro. Il pomodoro è largamente usato nella cucina Italiana e forse il condimento più utilizzato al mondo. Come ben saprete, il pomodoro contiene un alto tasso di acidità che oltre a fare diventare acidi alcuni nostri piatti, spesso ci porta ad avere bruciori di stomaco. Quindi oggi vedremo come abbattere l’acidità del pomodoro con questi preziosi suggerimenti.

Molti di questi suggerimenti li ho appresi lavorando in pizzeria, dove qui il pomodoro è la base di quasi tutte le pizze, quindi non può essere assolutamente acido.

Togliere la Buccia e i Semi

Gran parte dell’acidità del pomodoro è contenute nella buccia e nei semini. Quindi per risolvere il problema sarà sufficiente rimuovere la buccia sbollentando i pomodori per dieci minuti e dopo avere rimosso la buccia tagliarli a metà e rimuovere i semi, Preparando la salsa di pomodoro vedrete che non sarà affatto acida.

Bicarbonato o zucchero

Sono con certezza gli ingredienti più usati per liberarsi permanentemente dell’acidità del pomodoro. Attenzione alle quantità: Lo zucchero potrebbe modificare il sapore del pomodoro, quindi ne sarà sufficiente un cucchiaino durante la cottura. Il bicarbonato va usato con molta moderazione, appena il sugo raggiunge l’ebollizione aggiungete un mezzo cucchiaino di bicarbonato, questo eliminerà tutta l’acidità del pomodoro lasciando inalterato il sapore.

Latte

Personalmente non uso questa soluzione che vi confesso mi spaventa, ma ne conosco tanti di colleghi chef che aggiungono un cucchiaio di latte per ottenere un buon risultato.

Suggerimenti

Ne ho giusto un paio di suggerimenti che di sicuro vi saranno di aiuto. Il primo è il più semplice di tutti, comprate del buon pomodoro, vedrete che non è acido e non ci sarà bisogno di correggerlo con zucchero, bicarbonato o latte.

Il secondo suggerimento che funziona sempre è quello di ridurre il tempo di cottura della vostra salsa visto che il pomodoro più a lungo cuoce e più diventa acido.

Conclusioni

Se ti piacciono i nostri consigli e suggerimenti, continua a seguire il nostro sito. Prima di passare ai saluti volevo ricordarvi che nella nostra scuola italiana della pizza ogni settimana proponiamo dei corsi pratici professionali per diventare pizzaioli professionisti. Troverai tutte le informazioni qui.

Per i meno fortunati che non dispongono di tempo o risorse per venire nella nostra scuola di pizzaioli, ricordo che qui sul nostro sito è disponibile per tutti un fantastico “Corso Di Pizzaiolo Online” che potrete seguire comodamente da casa vostra. Troverete tutte le informazioni a questo link.

Termino ricordandovi che è già possibile fare il download del mio ultimo libro di ricette che si chiama: NON SOLO PIZZA, troverete tutte le informazioni a questo link.

Se ti rimangono ancora 5 minuti liberi, visita e iscriviti al mio canale youtube, troverai centinaia di video ricette di pizza.

 

A presto

Silvio Cicchi

 

Come Congelare Il Lievito Di Birra

Come Congelare Il Lievito Di Birra

Come Congelare Il Lievito Di Birra. Il lievito fresco è molto utilizzato nelle cucine di tutto il mondo, nelle panetterie, nelle pizzerie e a casa. Vi ricordate che dopo il primo lockdown (marzo 2020) è scomparso dagli scaffali di tutti i supermercati? Si, proprio così, i più furbi lo compravano e lo congelavano per non rimanere senza.

Come vi ho ben spiegato in un mio precedente articolo, è possibile congelare il lievito di birra fresco evitando di lasciarlo scadere in frigorifero, visto che ha una scadenza molto breve.

Come Congelare Il Lievito Di Birra

Vediamo oggi come congelare il lievito di birra fresco evitando gli inutili sprechi. A seconda della quantità di impasto che preparate solitamente, dividete il panetto di lievito in parti più piccole. Il panetto di lievito di solito pesa 25 grammi, io di solito lo divido in 4 parti da 6 grammi circa.

È molto importante che il lievito prima di metterlo in congelatore venga chiuso ermeticamente evitando che prenda aria. Usate la pellicola trasparente, il rotolo di alluminio o la propria carta di imballaggio.

Come utilizzarlo

Per scongelare il lievito di birra sarà sufficiente tirarlo fuori dal freezer con qualche ora di anticipo, una volta scongelato potrebbe risultare più morbido del solito ma non vi preoccupate, questo non inciderà sulla qualità del prodotto.

Un altro metodo per scongelarlo rapidamente è quello di metterlo in un bicchiere di acqua tiepida a 30 gradi circa, non più calda. Molti aggiungono anche un cucchiaino di zucchero per attivare la lievitazione, ma non è indispensabile.

La scadenza

Sappiamo benissimo che il lievito di birra conservato in frigorifero segue la propria data di scadenza che è solitamente breve. Ma nel freezer? In congelatore il nostro lievito di birra può durare più di tre mesi, ma vi suggerisco sempre prima dell’utilizzo di controllare che non si siano formate muffe o che il suo colore sia perfetto.

Durante i nostri corsi pratici per diventare pizzaiolo che svolgiamo settimanalmente nella nostra scuola Italiana della pizza, facciamo largo uso del lievito di birra fresco oppure in sostituzione usiamo il lievito madre. Se desideri avere maggiori informazioni sui nostri corsi pratici professionali segui questo link.

Conclusioni

Per i meno fortunati che non dispongono di tempo o risorse per frequentare uno dei nostri corsi professionali, ricordo che qui sul mio sito è disponibile un Fantastico Corso Di Pizzaiolo Online che potrete seguire comodamente dal divano di casa vostra. Potrete scaricarlo sul vostro telefonino o PC e seguirlo durante il vostro tempo libero. Tutte le informazioni a questo link.

Se a casa vostra o nella vostra attività commerciale lavorate spesso con il lievito di birra, di sicuro vi piacerà il mio ultimo libro di ricette fantastiche che si chiama: NON SOLO PIZZA. Tutte le informazioni sul libro a questo link.

Saluti

Prima di salutarvi vi invito a fare una visita al mio canale youtube, troverete oltre 300 video ricette di pizza. Iscrivetevi.

 

Ciao

Silvio Cicchi

 

 

Come Conservare La Pizza Avanzata

Come Conservare La Pizza Avanzata

Come Conservare La Pizza Avanzata. Questo articolo è per quelli come me che preparano spesso la pizza a casa. Non accendo mai il forno per una singola pizza, quindi capita sempre che ne avanzi una grande quantità.

Non possiamo certo sprecarla buttandola nella pattumiera, visto che con questi semplici accorgimenti è possibile conservare la nostra amata pizza anche per il giorno successivo in maniera perfetta.

Come Conservare La Pizza Avanzata

Oggi vedremo qualche semplice accortezza per conservare sempre perfetta, gustosa, fragrante e morbida la nostra pizza.

Scopriamo insieme come fare!

Suggerimenti per la conservazione

Il primo importante suggerimento è quello di non lasciare mai la pizza avanzata nel cartone, Il cartone assorbirebbe tutta l’umidità della pizza finendo per disidratarla. Molto meglio servirsi di un contenitore con chiusura ermetica, oppure il vecchio ma funzionale metodo della pellicola trasparente per poi ricoprirla con un foglio di alluminio.

Riscaldiamola sempre in maniera corretta. Se volete scaldarla nel forno di casa, assicuratevi che sia già caldo prima di introdurci la pizza. Mai usare il microonde, la pizza diventerebbe durissima da mangiare.

Un Metodo Alternativo

Se non avete voglia di accendere il grande forno di casa per un piccolo pezzetto di pizza, allora esiste il vecchio metodo che funziona sempre e bene, quello della padella antiaderente. Prendete una padella antiaderente, gas a fiamma media, inserite la pizza e coprite con il coperchio. Un paio di minuti e mangerete la vostra pizza come quella appena sfornata.

Se ti piacciono i miei consigli e suggerimenti, continua a seguire il mio sito interamente dedicato alla pizza.

Conclusioni

Se desideri diventare un pizzaiolo professionista, iscriviti ad uno dei nostri “Corsi Pratici Professionali” che organizziamo settimanalmente presso la nostra scuola della pizza Italiana. Troverai tutte le informazioni sui nostri corsi pratici a questo link.

Se invece hai già esperienza nella preparazione della pizza, ma vorresti migliorarti per preparare anche a casa tua una pizza di qualità, ti suggerisco il nostro Corso di Pizzaiolo Online. Potrai fare il download del corso sul tuo PC o telefonino e seguirlo direttamente dal divano di casa tua durante il tuo tempo libero. Troverai tutte le informazioni sul nostro Corso Di Pizzaiolo Online a questo link.

Saluti

Approfitto prima di salutarvi per ricordarvi che è già disponibile per il download il mio ultimo libro di ricette che si chiama: NON SOLO PIZZA. Contiene tantissime ricette Italiane da preparare velocemente a casa. Tutte le informazioni disponibili qui.

Se ti rimangono ancora 5 minuti liberi, visita e iscriviti al mio canale youtube, sono disponibili centinaia di video ricette di pizza.

A Presto

Silvio Cicchi

 

 

 

Eliminare i Cattivi Odori Durante La Cottura di Broccoli e Cavolfiori

Eliminare i Cattivi Odori Durante La Cottura di Broccoli e Cavolfiori

Eliminare i Cattivi Odori Durante La Cottura di Broccoli e Cavolfiori. Broccoli e cavolfiori apportano innumerevoli proprietà benefiche al nostro organismo. Adulti e bambini li adorano.

Purtroppo hanno un piccolo problema (risolvibile), quando li cuciniamo la nostra cucina si riempie di questo forte odore. Come fare? Non preoccupatevi, esiste il rimedio della nonna che è infallibile.

Eliminare i Cattivi Odori Durante La Cottura di Broccoli e Cavolfiori

Con questo piccolo trucco elimineremo in un solo colpo tutti i cattivi odori dovuti alla preparazione di questi ortaggi tipo verze, cavolfiori, broccoli e verdure simili. Quale? Le Patate.

Lavate e sbucciate una patata e inseritela nella pentola piena d’acqua dove andremo a cuocere i nostri ortaggi. La patata come per incanto catturerà tutti i cattivi odori.

Come eliminare i cattivi odori in cucina

Eravate a conoscenza di questo trucco? Con questo accorgimento non sarà più un problema cucinare a casa nostra broccoli e cavolfiori. Continuate a seguire il nostro sito per altri fantastici trucchi della nonna utilissimi.

Nella nostra scuola della pizza Italiana usiamo spesso ortaggi come verze broccoli e cavolfiori che sono ottimi sulla pizza. Se siete amanti della pizza questo è il sito che fa per voi. Troverai tutte le informazioni sui nostri corsi pratici professionali per diventare pizzaiolo a questo link.

Conclusioni

Se preparate spesso la pizza a casa vostra, e volete migliorarvi, ho un ottimo suggerimento che farà al caso vostro: Qui sul nostro sito è disponibile un Fantastico Corso Di Pizzaiolo Online. Potrete scaricarlo sul vostro PC o telefonino e seguirlo comodamente dal divano di casa vostra. Troverai tutte le informazioni sul nostro corso di pizzaiolo online a questo link.

Se non lo hai ancora fatto, ti ricordo che è già disponibile per il download il mio ultimo libro di ricette che si chiama: NON SOLO PIZZA – Cosa dovrebbero avere tutte le pizzerie nel proprio menu. Più di 150 illustrazioni a colori di ricette che sono monumenti della cucina Italiana. Maggiori informazioni qui.

Saluti

Se vi rimangono ancora 5 minuti liberi fate visita e iscrivetevi al mio canale Youtube, troverete centinaia di video ricette di pizza.

 

A presto

Silvio Cicchi

 

 

Utilizzare il Forno a Microonde in Modo Alternativo

Utilizzare il Forno a Microonde in Modo Alternativo

Utilizzare il Forno a Microonde in Modo Alternativo. Sapevi che è possibile utilizzare il forno a microonde in molti modi diversi? Questo tipo di forno è presente nelle nostre cucine da molto tempo, ma sembrerebbe che non tutti conoscano le potenzialità di questo oggetto.

Oltre che a scongelare il cibo, riscaldarlo o cucinarlo, questo tipo di forno può essere utilizzato in altri modi. In questa breve guida vedremo insieme alcuni modi alternativi con i quali è possibile usare questo tipo di forno.

Utilizzare il Forno a Microonde in Modo Alternativo

Igienizzare le spugne della cucina: Trucco facilissimo da attuare, le spugne da cucina spesso diventano sporche, quindi potranno essere sterilizzate nel forno a microonde, dopo averle lavate per bene inseritele nel forno 4/5 minuti alla potenza massima.

Dolori cervicali: Se soffrite di dolori cervicali, mettete nel vostro forno a microonde la vostra sciarpa preferita, riscaldatela e avvolgetela intorno al collo. Attenzione all’etichetta, visto che non tutti i tipi di tessuto possono andare nel vostro microonde.

Altri Suggerimenti di Usi Alternativi

Sterilizzare Vasetti di Vetro: Dopo averli ben lavati e asciugati metteteli nel forno a microonde per circa 30 secondi.

Essiccare le vostre erbe aromatiche: Si, proprio così, durante le varie stagioni vi sarà capitato di raccogliere in abbondanza erbe aromatiche fresche, facendo uso del vostro forno a microonde potrete facilmente essiccarle e riporle in barattoli. Vediamo come fare: mettete le erbe nel forno alla massima potenza per qualche minuto e come per magia le vostre erbe perderanno tutta l’umidità, così facendo potranno essere conservate molto a lungo.

Conclusioni

Prendetevi sempre molta cura del vostro forno a microonde, pulitelo costantemente.

Questo metodo di seccare le erbe aromatiche è molto usato nella nostra “Scuola di Pizzaioli”. Durante i nostri corsi pratici professionali che organizziamo settimanalmente, usiamo spesso le erbe. Se sei interessato ai nostri corsi pratici professionali per diventare uno chef pizzaiolo, segui questo link.

Per quelli che non dispongono di tempo o risorse per venire qui a scuola e frequentare di persona uno dei nostri corsi, ricordo che qui sul nostro sito è disponibile un “Fantastico Corso di Pizzaiolo Online” che potrete seguire comodamente da casa vostra, scaricatelo sul vostro PC o Telefonino. Troverete tutte le informazioni a questo link.

Saluti

Prima di salutarvi, volevo ricordarvi che è già possibile fare il download del mio ultimo libro di ricette che si chiama: NON SOLO PIZZA. Maggiori informazioni qui.

Visita oppure iscriviti al mio canale youtube, troverai centinaia di video ricette di pizza.

 

A Presto

Silvio Cicchi

 

Come Calcolare Quanto Impasto Mettere Nella Teglia

Come Calcolare Quanto Impasto Mettere Nella Teglia

Come Calcolare Quanto Impasto Mettere Nella Teglia. Sono davvero tante le persone che regolarmente preparano la pizza a casa. Non è una cosa difficile la preparazione dell’impasto, anzi molto facile, nel nostro sito nella sezione impasti troverete tantissimi tipi di impasto da preparare a casa vostra il prossimo fine settimana.

Tuttavia una delle domande più frequenti che mi viene rivolta, è sicuramente quella di conoscere quanto impasto va messo nella teglia quando la prepariamo.

Come Calcolare Quanto Impasto Mettere Nella Teglia

Non è facile rispondere a questa domanda, visto che abbiamo gusti diversi, a chi piace sottile, chi la desidera spessa, quindi quello che troverete in seguito è un suggerimento adatto per un tipo di pizza che verrà cotta nel forno di casa.

Come ben sapete il forno di casa non è un forno adatto a cuocere la pizza. Per evitare che si secchi troppo dobbiamo prepararla non troppo sottile, che possa reggere bene una cottura che può arrivare talvolta fino a 15/20 minuti.

Calcoliamo la quantità di impasto da mettere nella nostra teglia

La prima cosa da fare sarà quella di calcolare l’area della teglia e moltiplicarla per 0,60. Di seguito alcuni esempi pratici:

Prendiamo come esempio una teglia classica da casa di forma rettangolare, quindi base per altezza moltiplicato 0,60. La teglia classica del forno di casa misura 30 cm la base e 20 cm in altezza, quindi calcoleremo 30 x 20 x 0,60 = 360 grammi di impasto

Altro esempio di calcolo

Se disponete di una teglia quadrata di 30 base e 30 altezza, il calcolo del peso dell’impasto sarà: 30 x 30 x 0,60 = 540 grammi di impasto che dovrete stendere con cura nella vostra teglia.

Se invece disponete delle classiche teglie tonde, il calcolo risulterà essere ancora più facile: Raggio x Raggio x 3,14 x 0,60. Se la teglia ha un diametro di 28 centimetri, il raggio sarà di 14 centimetri, quindi il calcolo dell’impasto da disporre sulla nostra teglia tonda sarà: 14 x 14 x 3,14 x 0,60 = 370 grammi di impasto.

Stesura

Dopo avere disposto l’impasto sulla teglia, dovrete stenderlo con cura su tutta la superfice, evitando di strapparlo. Copritelo con un canovaccio o dandogli una spennellata di olio e aspettate qualche ora per la lievitazione. Appena lievitato condite e infornate nel forno ben caldo.

Sul nostro sito è disponibile un fantastico Corso Di Pizzaiolo Online. Potrai scaricarlo sul tuo telefonino e seguirlo comodamente dal divano di casa tua. Troverai tutte le informazioni a questo link.

Hai già fatto il download del mio ultimo libro di ricette? Fallo subito, lo troverai qui.

Segui e iscriviti al mio canale youtube, troverai centinaia di video ricette di pizza.

 

A presto

Silvio Cicchi

 

 

Preparare Una Frittura Senza Lasciare Odori

Preparare Una Frittura Senza Lasciare Odori

Preparare Una Frittura Senza Lasciare Odori. Conosco persone che non preparano la frittura a casa propria per non lasciare il persistente odore di fritto in tutta casa.

Come li capisco, ma fortunatamente esiste un rimedio infallibile per ovviare a tutto questo.

Preparare Una Frittura Senza Lasciare Odori

E tu conosci l’infallibile rimedio della nonna? Se non sai come fare, questo è l’articolo che fa per te. Scopriamo insieme come abbattere dalla nostra cucina il pesantissimo odore di fritto.

Come dici? Aprire le finestre? Certo, aiuta, ma in pieno inverno non è piacevole, e dunque vediamo come faceva la nonna per combattere l’odore del fritto.

Come Non Lasciare Cattivi Odori

Vi basterà solo un semplice ingrediente: Il Limone. Tagliatelo a metà, spremete qualche goccia di succo di limone nell’olio e poi aggiungete il limone stesso dentro la pentola dell’olio o nella friggitrice. Attenzione, fate questo procedimento quando ancora l’olio è freddo.

Seguendo questo consiglio non avremo i cattivi odori del fritto, e in più avremo dato un piacevole aroma al nostro fritto.

Conclusioni

In pizzeria la friggitrice è molto usata, patate fritte, arancini, pizza fritta, panzerotti e tante altre cose che è possibile trovare nel mio libro di ricette che si chiama: NON SOLO PIZZA – Cosa dovrebbero avere tutte le pizzerie nel proprio menu. È possibile fare il download del libro a questo link.

Se siete amanti della pizza, sicuramente sarà di vostro interesse il corso pratico professionale che settimanalmente organizziamo nella nostra scuola di pizzaioli. Troverete tutte le informazioni a questo link.

Per quelli che non dispongono di tempo o risorse per venire qui nella nostra scuola per frequentare personalmente uno dei nostri corsi pratici professionali, ricordo che qui sul nostro sito è disponibile per tutti un fantastico Corso di Pizzaiolo Online che potrete seguire comodamente dal divano di casa vostra, lo scaricate sul vostro pc o telefono ed è presto fatto. Troverete tutte le informazioni a questo link.

Iscriviti al mio canale youtube, sono disponibili centinaia di video ricette di pizza.

 

A Presto

Silvio Cicchi

 

Preparare le Patate Chips al Microonde

Preparare le Patate Chips al Microonde

Preparare le Patate Chips al Microonde. Le patate chips sono un contorno perfetto. Grandi e piccini le adorano. Le possiamo usare come contorno per piatti di carne o pesce, oppure come un fantastico aperitivo, magari aggiungendo maionese, ketchup o qualche salsa piccante.

Personalmente le adoro con la paprika. Vediamo come prepararle velocemente al microonde con una ricetta facilissima e veloce.

Come prepararle, la ricetta

Il tempo di cottura nel microonde a 800 watt è di circa 5 minuti. Per 4 persone saranno sufficienti 3 patate e un pizzico di sale. Salse a vostro piacimento.

Pelate le patate, tagliatele a fette sottili e lavatele sotto acqua fredda. Mettetele in una ciotola con acqua fredda e lasciatele in ammollo per mezz’ora.

La cottura nel forno a microonde

Scolatele per bene e asciugatele. Aggiustatele su un foglio di carta forno distanziandole. Accendete il forno a microonde impostato a 800 watt per 5 minuti e saranno pronte.

Servitele accompagnate dalla vostra salsa preferita.

Preparare le Patate Chips al Microonde
Preparare le Patate Chips al Microonde

Conclusioni

Continuate a seguire il mio sito per preziosi suggerimenti e ricette. Sul nostro canale youtube troverete centinaia di ricette di pizza.

 

Per gli amanti della pizza, ricordiamo che nella nostra “Scuola Pizzaioli” sono sempre disponibili settimanalmente i nostri corsi pratici professionali per diventare pizzaiolo. Troverai tutte le informazioni qui.

Per chi ha già esperienza nella preparazione della pizza, ricordo che è disponibile un fantastico corso di pizzaiolo online che potrete seguire comodamente da casa vostra. È possibile scaricarlo sul telefonino e seguirlo dal divano di casa. Troverete tutte le informazioni sul corso online a questo link.

Per chi non lo avesse già fatto, ricordo che è già possibile fare il download del mio ultimo libro di ricette che si chiama: NON SOLO PIZZA – Cosa dovrebbero avere tutte le pizzerie nel proprio menu. Si tratta di una raccolta di preziose ricette di aperitivi e snack che fanno parte della grande cucina Italiana. Tutte le informazioni sul mio libro a questo link.

Appuntamento tra qualche giorno per altre notizie e ricette.

A Presto

Silvio Cicchi

 

Come Conservare il Basilico

Come Conservare il Basilico

Come Conservare il Basilico. Direi che il basilico è il re della cucina, ingrediente principale del pesto e decorazione su quasi tutti i piatti prima di essere presentati al cliente.

La pianta aromatica per eccellenza sulla pizza. Peccato che a contatto col calore annerisca immediatamente. Oggi vedremo come risolvere una volta per tutte questo problema che ci angoscia giornalmente in cucina.

Come non fare annerire il basilico

In realtà esiste un fantastico metodo per evitare che il basilico annerisca così in fretta. È un trucco molto facile, lo chiamerei… Il trucco dell’acqua bollente.

Il basilico diventa subito nero per una semplice ragione: Le sue foglie contengono enzimi che accelerano l’ossidazione dei tessuti vegetali, quindi vediamo come disattivare questi enzimi.

Il sistema dell’acqua bollente

Basterà immergere le foglie appena raccolte in un pentolino di acqua bollente per qualche secondo (4/5) poi subito in acqua fredda. Così facendo disabiliteremo l’enzima responsabile dell’annerimento delle foglie e il nostro adorato basilico rimarrà verde per molto tempo.

Questa soluzione è consigliata per tutti quelli che congelano il basilico per poi riutilizzarlo in seguito. Dopo avere sottoposto il basilico al trattamento termico, staccate le foglioline e adagiatele su un vassoio distanziate tra loro. Una volta congelate riponetele in una busta di plastica per alimenti ben chiusa.

Conclusioni

Durante i nostri “Corsi pratici professionali” che svolgiamo regolarmente nella nostra scuola di pizzaioli, il basilico è la pianta aromatica che usiamo maggiormente. Troverai tutte le informazioni sui nostri corsi pratici a questo link.

Se non disponi di tempo o risorse per venire nella nostra scuola pizzaioli, dai un’occhiata al nostro fantastico “Corso di Pizzaiolo Online”. Lo scarichi sul tuo PC o telefonino e lo segui da casa tua comodamente seduto sul divano. Per saperne di più clicca qui.

Come avrai certamente notato, è già possibile fare il download del mio ultimo libro di ricette che si chiama: NON SOLO PIZZA – Cosa dovrebbero avere tutte le pizzerie nel proprio menù. Lo trovi qui.

Se ti rimangono due minuti liberi, visita il mio canale youtube, sono disponibili centinaia di video ricette di pizza. Iscriviti a questo link.

 

A Presto

Silvio Cicchi

 

Come Conservare L’impasto Della Pizza Per Averlo Sempre Pronto Disponibile

Come Conservare L’impasto Della Pizza Per Averlo Sempre Pronto Disponibile. Premetto che questi suggerimenti sono adatti per chi vuole preparare spesso la pizza in casa.

Come ben immaginate tutto il processo di preparazione di una buona pizza è lungo, spesso non disponiamo di tempo a sufficienza e molte volte ci rinunciamo. Meglio andare in pizzeria e comprarla già pronta.

Come Conservare L’impasto Della Pizza Per Averlo Sempre Pronto Disponibile

Con questo piccolo suggerimento, riuscirete a preparare la vostra pizza in casa in meno che non si dica.

Basterà seguire questo piccolo trucco per avere l’impasto sempre pronto e disponibile per preparare in casa una ottima pizza.

Come conservare l’impasto

Una volta preparato l’impasto dividetelo in palline 250 grammi circa, questa è la prima operazione da fare.

Se avrete progettato di preparare la pizza nei prossimi due o tre giorni, conservate l’impasto in un contenitore con chiusura ermetica e ponetelo in frigorifero. L’impasto si conserverà perfettamente per due o 3 giorni ad una temperatura di 2/3 gradi.

Se volete usare l’impasto per un tempo maggiore di 3 giorni, non ci rimane che congelarlo. Dopo avere formato le palline, spalmate un poco di olio sulla superfice, copritele con la pellicola e lasciatele in congelatore.

Come riutilizzarle

Quando ne avrete bisogno, tiratele fuori dal freezer almeno 8/10 ore prima. Giusto il tempo che necessitano per scongelarsi. L’impasto si conserva abbastanza bene in freezer.

Come ho chiaramente premesso all’inizio di questo articolo, questi suggerimenti sono indicati per chi prepara spesso la pizza a casa propria, non certo per una attività di pizzeria. Non esistono pizzerie che congelano l’impasto prima di usarlo, o almeno spero.

Conclusioni

Se siete degli amanti della pizza, iscrivetevi ad uno dei nostri corsi pratici professionali che organizziamo settimanalmente nella nostra scuola della pizza. Troverete maggiori informazioni sui nostri corsi a questo link.

Per chi non dispone di tempo o risorse per venire nella nostra scuola della pizza, ricordo che qui sul nostro sito è disponibile un fantastico “Corso Di Pizzaiolo Online” che potrete seguire comodamente da casa vostra, basterà fare il download sul vostro telefonino. Tutte le informazioni sul corso di pizzaiolo online qui.

Saluti

Se non lo avete ancora fatto, è già possibile fare il download del mio ultimo libro di ricette che si chiama: NON SOLO PIZZA – Cosa dovrebbero avere tutte le pizzerie nel proprio menu. Maggiori informazioni a questo link.

A Presto

Silvio Cicchi