Archivi categoria: Cultura

Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo

Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo

Rosmar Ristorante In Portogallo Baccalà e Non Solo. Paese che vai cibo che trovi. Ormai da diversi anni mi capita spesso di viaggiare in Portogallo. Sento dire frequentemente che in questo paese esistono 365 ricette di baccalà, oppure come lo chiamano loro “Baccalhau”, una ricetta per ogni giorno dell’anno.

Quando vado da quelle parti non posso fare a meno di andare a trovare il mio amico Paulo Veira, gestore di uno dei migliori ristoranti nell’area di Braga, ROSMAR, nel quale cucinano il baccalà in molti modi differenti.

Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo
Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo

Rosmar Ristorante In Portogallo Baccalà e Non Solo

E non solo baccalà, Paulo è venuto in Italia nella nostra scuola di pizzaioli e ha frequentato il nostro Corso pratico di Pizzaioli, quindi da “Rosmar” troverete anche una pizza eccezionale.

Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo
Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo

Ampio spazio per banchetti e cerimonie e basta guardare la foto dello staff in cucina per avere subito un’idea della qualità che si ha in questo favoloso ristorante.

Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo
Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo

Rosmar Ristorante In Portogallo Baccalà e Non Solo

Quando si prepara il baccalà non lo si fa certo per una persona, è meglio essere in tanti, ed a giudicare la foto dalla nostra tavolata la festa è perfettamente riuscita.

Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo
Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo

Ed ecco a voi sua maestà il baccalà….

Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo
Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo

Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo

Preparati caro amico Paulo che presto torno a trovarti. Un caloroso saluto a tutto lo staff di Rosmar e se capitate da quelle parti andate a fargli visita. Non ve ne pentirete. Ecco la loro pagina di Facebook dove potrete trovare tutti i contatti.

Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo
Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo

E per terminare in bellezza lo staff della cucina ha preparato un delizioso semifreddo ai fichi.

Rosmar Ristorante In Portogallo Baccala e Non Solo

Prima di passare ai saluti volevo anche oggi ricordarvi alcuni link utili disponibili sul nostro sito:

Tutte le informazioni sui nostri corsi pratici professionali per diventare pizzaiolo.

Il calendario dei prossimi corsi in programma nella nostra scuola pizzaioli.

Per quelli che non hanno tempo e risorse per venire fino a qui, è disponibile sul nostro sito un fantastico “Corso Di Pizzaiolo Online”. Si, proprio così, accedi al corso ovunque tu sia e in qualsiasi momento della giornata. Troverai tutte le informazioni sul nostro corso online qui.

Infine ma non perché sia meno importante, ti invito a dare un’occhiata al nostro canale YouTube, troverai centinaia e centinaia di video ricette di pizza.

 

A presto

Silvio Cicchi

La pizza in Italia

La pizza in Italia. Continua il nostro giro per il mondo ascoltando le varie opinioni riguardanti la pizza e la ristorazione in tutte le sue sfaccettature.

Questa settimana abbiamo incontrato il Dott. Vincenzo Pintacuda, che, lasciatemelo dire, di pizza se ne intende davvero. Il suo hobby è “Viaggiare”, quindi nessuno come lui è in grado di fotografare la situazione Pizza – Ristorazione nel nostro paese. Attualmente vive nelle Marche.

Carissimo Dott. Vincenzo, Come vede la situazione ristorazione/pizzeria nel nostro paese negli ultimi anni: Sta migliorando? Oppure si sente ancora aria di crisi?

Carissimo amico Silvio, secondo la mia opinione Il settore del Catering in generale registra un calo qualitativo nel nostro paese, tutto questo per via dei suoi operatori, spesso improvvisati o non adeguati ai tempi odierni.

La pizza in Italia
La pizza in Italia

La pizza in Italia

Secondo il suo parere, la qualità del prodotto pizza e gli ingredienti che si usano, è migliorata nel corso degli anni, oppure stiamo tornando indietro?

Da diversi anni ormai, si registra un calo qualitativo costante degli alimenti in genere usati nella ristorazione, questo per via della globalizzazione planetaria dell’offerta di prodotti massificati. La Pizza in questo caso è più soggetta a questo declino in quanto composta da pochi semplici ingredienti.

La pizza in Italia
La pizza in Italia

La pizza in Italia

Parliamo del servizio alla clientela, quando entriamo in un ristorante/pizzeria, veniamo accolti in maniera soddisfacente, oppure pensa che ci siano ampi margini di miglioramento?

Come già in precedenza accennato gli operatori del catering (ristoratori/albergatori) devono possedere (per il servizio alla clientela) degli “ingredienti” fondamentali: empatia, savoir-faire, professionalità. Manca spesso il suo “ingrediente” più importante che il cibo del nostro paese si porta dietro nei secoli: la sua cultura!

Purtroppo questa domanda è d’obbligo: Quale è la sua pizza preferita?

I miei gusti sono molto semplici, pensa che la mia pizza preferita è una Rossa con prosciutto cotto e funghi.

La pizza in Italia
La pizza in Italia

La pizza in Italia 

Pizza?

Si, buona, genuina e salutare. Non a caso è un patrimonio dell’UNESCO, un patrimonio del mondo.

Grazie Dott. Pintacuda, spero di risentirla presto.

Cari amici, anche oggi siamo arrivati alla conclusione. Prima di salutarvi volevo ricordarvi alcuni link utili che potrete trovare sul nostro sito interamente dedicato alla pizza:

Tutte le informazioni sui corsi pratici: https://www.silviocicchi.com/pizzachef/corsi/

Il calendario dei prossimi corsi: https://www.silviocicchi.com/pizzachef/corsi-pizzaiolo/

300 ricette di pizza: https://www.silviocicchi.com/pizzachef/guide/ricetta-pizza/

Ti piacciono le nostre video ricette? Visita il nostro canale YouTube.

 

Corso di Pizzaiolo Online: Purtroppo non tutte le persone hanno tempo e risorse disponibili per frequentare un nostro corso pratico presso la nostra scuola della pizza. Da qui è nata la richiesta di pubblicare il nostro Corso di pizzaiolo Online. Disponibile sul nostro sito da ormai diversi anni e adesso alla portata di tutti effettuando semplicemente il download sul vostro PC o telefonino. Potrete accedere al corso ovunque voi siate in qualsiasi momento della giornata. In stazione mentre aspettate il treno, in auto durante i vostri spostamenti quotidiani (se non state guidando), nelle sale d’attesa del dentista J o persino quando siete comodamente seduti sul divano di casa vostra. Se desideri avere maggiori informazioni sul nostro corso di pizzaiolo online, clicca su questo link.

Pizza La Geografia Dei Gusti Nel Mondo

Pizza La Geografia Dei Gusti Nel Mondo

Pizza La Geografia Dei Gusti Nel Mondo. Proprio così, come accade nella moda, la stessa cosa accade per il cibo o come nel nostro caso dei condimenti della pizza più popolari nei vari paesi del mondo.

Il mondo è davvero grande, nella nostra scuola Italiana della pizza arrivano settimanalmente persone da ogni parte del pianeta. Pensate che gli Italiani rappresentano a malapena il 10% dei pizzaioli che vengono a scuola e si iscrivono ai nostri corsi pratici professionali.

Pizza La Geografia Dei Gusti Nel Mondo
Pizza La Geografia Dei Gusti Nel Mondo

Pizza La Geografia Dei Gusti Nel Mondo

La bravura del maestro pizzaiolo in questi casi, non si limita solo alle pizze classiche: Margherita, capricciosa e quattro stagioni, ma si va oltre. Bisogna essere bravi a conoscere paesi, culture e ingredienti diversi per potere affrontare queste cose.

Fortunatamente nei miei tanti viaggi qua e là ho imparato molto e riesco a fare sentire a casa propria sia l’occidente che l’oriente.

Pizza La Geografia Dei Gusti Nel Mondo
Pizza La Geografia Dei Gusti Nel Mondo

Pizza La Geografia Dei Gusti Nel Mondo

Sapevate che la pizza più popolare al mondo è la “Pizza Pepperoni”? Proprio così, pensate che in Italia neanche esiste, ma Fatevi un giro negli Stati Uniti dove questa pizza è assolutamente la più venduta. Non avete avuto modo di visitare gli USA ma conoscete l’Australia? Beh anche qui come immaginate la pizza più popolare è assolutamente la Pizza Pepperoni. Come dite? Non siete ancora arrivati in vacanza in Australia? Nessun problema. Se avete fatto visita alla Regina Elisabetta e ai suoi sudditi in Inghilterra, non avrete potuto fare a meno di notare che anche qui la pizza più venduta è senza alcun dubbio la pizza Pepperoni.

Pizza La Geografia Dei Gusti Nel Mondo
Pizza La Geografia Dei Gusti Nel Mondo

Pizza La Geografia Dei Gusti Nel Mondo

E l’Italia? Siete curiosi? Bene, eccovi accontentati con la geografia dei gusti in Italia:

Al Nord la pizza più venduta è con certezza la prosciutto e funghi, mentre al sud, udite udite le preferenze sono orientate verso la “Bufala”. Non è tutto, un’altra cosa interessante e allo stesso tempo curiosa è il fatto che c’è una divisione anche data dal sesso: La maggioranza delle donne ordina una “vegetariana“.

Potrei anche dirvi un’altra curiosità legata ai momenti preferiti per gustare la nostra pizza: Gli Italiani scelgono pizza (52%) perché è un momento di socialità e condivisione.

I giorni preferiti per mangiare pizza: Fine settimana 83%.

Il Venerdì 22%, Il sabato 32%, la domenica 25%

Questi dati non me li sono inventati io, ma è fonte di uno studio della Buitoni.

Pizza La Geografia Dei Gusti Nel Mondo

Qui trovi maggiori informazioni sui nostri corsi

A questo link invece trovi il calendario dei prossimi corsi in programma nella nostra scuola.

Sul nostro sito trovi più di 300 ricette di pizza.

Sul nostro canale youtube invece troverai tantissime video ricette di pizza preparate dagli allievi di tutto il mondo.

 

In quale paese vivi? Qual è la pizza più popolare nel tuo paese? Lascia un tuo pensiero nei commenti su questa pagina.

La Pizza su tre ruote Ape Pizza

La Pizza su tre ruote Ape Pizza

La Pizza su tre ruote Ape Pizza. Chi non ricorda la vecchia “Ape”, caratteristica perché ha solo 3 ruote. Se ne vedono ancora poche e la maggior parte di loro ha subito una bella trasformazione in food track, uno dei maggiori veicoli promozionali per lo street food e la pizza. Mi è capitato spesso di vederli in queste grandi fiere del cibo qua e là per l’Italia. Pensate che c’è anche qualche azienda che le noleggia!!

La Pizza su tre ruote Ape Pizza
Ape allestita a pizzeria

La Pizza su tre ruote Ape Pizza

A cosa servono? Provate per qualche istante ad usare la vostra immaginazione:

Possibilità di spostarsi in qualsiasi direzione verso luoghi affollati per vendere pizza.

Organizzare party privati con pizza in giardino.

Compleanni

Feste private

Non lasciatevi sfuggire l’occasione di affittare uno di questi piccoli “Ape Pizza”.

La Pizza su tre ruote Ape Pizza
Ape food truck

La Pizza su tre ruote Ape Pizza

In ogni caso per intraprendere una attività di questo tipo dovrete sicuramente iscrivervi ad uno dei nostri corsi pratici di pizzaiolo presso la nostra scuola in Italia.

Troverete tutte le informazioni riguardanti i nostri corsi pratici a questo link.

Una volta acquisita la necessaria pratica che si ottiene frequentando il nostro corso di pizzaiolo potrete facilmente noleggiare oppure auto costruirvi la vostra pizzeria ambulante.

La Pizza su tre ruote Ape Pizza
La Pizza su tre ruote Ape Pizza

La Pizza su tre ruote Ape Pizza

Siete molto impegnati e non avete tempo per frequentare uno dei nostri corsi pratici? Nessun problema, sul nostro sito è disponibile un fantastico “Corso di Pizzaiolo Online”. Potrete scaricarlo sul vostro telefonino e accedere al corso mentre siete seduti alla fermata della metropolitana, in bus, in treno, o comodamente seduti sul divano di casa vostra. Tutte le informazioni sul nostro corso online le trovi qui.

Ho visto che c’è sul mercato anche un’altra azienda che costruisce l’ape pizza, si chiama Alfa Pizza e la trovate qui: alfapizza.it

La Pizza su tre ruote Ape Pizza
fantastica ape pizza

La Pizza su tre ruote Ape Pizza

Prima di salutarvi vorrei ricordarvi alcuni link utili sul nostro sito:

I nostri corsi pratici di pizzaiolo

Il calendario dei prossimi corsi in programma

Il valido Corso di Pizzaiolo Online

Sul nostro canale youtube sono disponibili centinaia di video ricette di pizza preparate dagli allievi della nostra scuola di pizzaioli.

 

Fonti:

Pensa che c’è chi la noleggia: http://www.johnnypizzaportafoglio.it/

Pizza e Pesce Che Delizia Ricetta Rapida

Pizza e Pesce Che Delizia Ricetta Rapida

Pizza e Pesce Che Delizia Ricetta Rapida. La pizza abbinata al pesce è sempre esistita, pensate che una delle prime pizze nella storia, è stata proprio quella con le alici o acciughe o sardine, dipende da come preferite chiamarle visto che wikipedia dice che sono la stessa cosa.

Verso gli inizi degli anni settanta in pizzeria è comparsa la pizza al tonno, per quel che ricordo veniva spesso abbinata alle cipolle. Pizza tonno e cipolle, che ancora oggi figura in quasi tutti i menù delle pizzerie del mondo.

Pizza e Pesce Che Delizia Ricetta Rapida
Pizza con pesce

Pizza e Pesce Che Delizia Ricetta Rapida

Non mi capita spesso di preparare una pizza di mio gradimento, immaginate che ogni allievo durante i nostri corsi pratici presso la nostra scuola ne prepara più di 200 durante un corso pratico professionale, quindi assaggiamo sempre ciò che viene proposto dai nostri allievi pizzaioli.

Oggi forse particolarmente ispirato ne ho preparato proprio una che ha come ingrediente principale il pesce.

Pizza e Pesce Che Delizia Ricetta Rapida
Pizza e Pesce Che Delizia Ricetta Rapida

Pizza e Pesce Che Delizia Ricetta Rapida

Facendo uso di un impasto con già alle spalle 24 ore di maturazione, ho lasciato lievitare l’impasto e successivamente steso il disco di pasta. Ho aggiunto una base di pomodoro ben condito con olio extra vergine di oliva, sale e origano. Successivamente ho aggiunto dei filetti di sgombro, del tonno all’olio, filetti di alici e gli immancabili Surimi, quelli che eravamo abituati a chiamare polpa di granchio, ma che in realtà sono fatti con il merluzzo. Confusi sull’argomento? Fortuna che la vecchia wikipedia ci spiega tutto

Qualche minuto in forno e pronta per essere tagliata a spicchi e divorata.

Se vi riesce, se vi rimane tempo disponibile prima di mangiarla aggiungete del prezzemolo tritato grossolanamente e le immancabili foglioline di basilico fresco.

Pizza e Pesce Che Delizia Ricetta Rapida

VIDEO

Pizza e Pesce Che Delizia Ricetta Rapida

Prima di salutarvi voglio ricordarvi alcuni link utili sul nostro sito.

Tutte le informazioni sui nostri corsi pratici presso la nostra scuola della pizza.

Il calendario dei prossimi corsi in programmazione.

Non hai tempo per frequentare uno dei nostri corsi pratici? Dai un’occhiata al nostro Corso di Pizzaiolo Online.

Se non sei interessato ai nostri corsi, nessun problema. Potresti ugualmente rendermi felice condividendo questo mio post sui social. Aiuteresti il mio blog a crescere.

Visita il mio canale YouTube con centinaia di video ricette di pizza preparate dagli allievi della nostra scuola di pizzaioli.

 

Pizza Napoletana In Cile

Pizza Napoletana In Cile. Questa volta ho una vera specialità internazionale da farvi assaggiare. L’iscritto al nostro corso professionale di pizzaiolo di questa settimana è il Sig. Fernando proveniente da Santiago CILE.

Dopo avere steso e steso centinaia di pizze, ha voluto preparare la pizza napoletana. Fino a qui nulla di strano. Durante la preparazione che ho filmato (Vedi video in basso) mi ha spiegato che a Santiago quando si ordina una pizza napoletana, ti preparano:

Pizza Napoletana In Cile
Pizza Napoletana In Cile

Pomodoro, mozzarella, pomodoro crudo a fette, prosciutto cotto e olive nere.

Dopo avere attentamente steso l’impasto per pizza ben lievitato, Fernando ha aggiunto il pomodoro, la mozzarella, ha disposto con cura il pomodoro a fette sulla mozzarella quindi ha aggiunto il prosciutto cotto. Per finire qualche oliva nera. Ha infornato per 4 minuti a 300 gradi e… la pizza napoletana come viene servita in Cile è pronta.

Niente male; molto buona. Ogni paese adatta la pizza alla propria cultura. Noi Italiani non siamo abituati a servire pomodoro a fette su una base di pomodoro, ma molti altri paesi lo fanno. Conosco una azienda Mac Americana che mette il pomodoro a fette ovunque.

Di seguito il video del Signor Fernando che prepara la pizza “napoletana” come viene servita in Cile, Fernando, una volta terminato il corso di pizzaiolo presso la nostra scuola, aprirà la propria pizzeria a Santiago in Cile.

Pizza Napoletana In Cile

VIDEO

 

 

 

 

Pizza Napoletana In Cile

Se sei approdato su questo sito perché cercavi la classica pizza napoletana, clicca qui.

Aggiungi questa pagina ai tuoi siti preferiti, qui trovi 300 ricette di pizza gratuitamente consultabili.

Se desideri guardare altre video ricette, le trovi tutte sul mio canale YouTube.

 

Se desideri preparare a casa tua una pizza perfetta, iscriviti al nostro fantastico “ Corso professionale di Pizzaiolo ONLINE. Tantissimi video e impasti, potrai accedere al corso in qualsiasi momento della giornata semplicemente effettuando il login al nostro sito.

Pizza All’Oppio

Pizza All’Oppio. É di qualche mese fa la strabiliante notizia di un ristoratore Cinese che per combattere la crisi ha iniziato a servire spaghetti all’oppio con una salsa di papaveri triturati. Tutto sembrava funzionare bene per il brillante ristoratore che vedeva i suoi clienti uscire dal proprio locale, soddisfattti e con il sorriso sulle labbra, fino a quando uno dei suoi clienti è stato fermato ad un posto di blocco antidroga, ed arrestato per uso di sostanze stupefacenti.

Ora, un buon pizzaiolo dalla mente distorta (come la mia) ha immediatamente pensato come potere applicare lo stesso principio alla nostra amata pizza!!Cosa non si farebbe per vedere il proprio locale pieno di clienti ogni sera!

Pizza All'Oppio
Panini con semi di papavero

Pizza All’Oppio

Senza rischiare di essere arrestati, un modo del tutto naturale ci sarebbe:

Secondo la EFSA che è la European Food Safety Authority (Link a fondo pagina), i semi di papavero, molto usati in panificazione, in pasticceria e in pizzeria, contengono oppio.

Sempre la EFSA dichiara che l’uso dei semi di papavero come ingrediente nella preparazione di cibi (quindi anche pizze) può determinare una ingestione di significative dosi di morfina, in speciale modo su una fascia di popolazione come i bambini da 3 a 10 anni.

I semi di papavero che vengono ricavati dal Papaver somniferum L., vengono già largamente usati in cucina in molti paesi Europei, tra cui la nostra Italia, con essi si preparano tantissimi dolci e prodotti da forno, sulle focacce e in molti piatti in cucina come ingrediente, oltre ad essere usati per la produzione di olio edibile.

Pizza All'Oppio
Una focaccia con semi di papavero

Sebbene i semi non contengano alcaloidi, essi possono essere contaminati quando le stesse piante subiscono attacchi di parassiti, oppure durante la delicata fase della raccolta. L’ingestione di questi semi contaminati può causare effetti avversi riferibili al contenuto di morfina, con conseguente possibilità di misurare alti livelli di questo alcaloide nelle urine e nel sangue, sufficienti per interferire con i moderni test antidroga.

La Commissione Europea, sempre attraverso l’EFSA ha dato inizio ad una verifica sui possibili rischi per la salute umana che possono essere dati dal consumo dei semi di papavero.

Il principale alcaloide contenuto dai semi contaminati è la morfina, seguiti da codeina, tebaina, noscapina e papaverina. L’ingestione di queste sostanze causa effetti avversi che agiscono sul sistema nervoso centrale e periferico, causando sedazione, sonnolenza e difficoltà respiratorie. La papaverina invece, agisce come miorilassante.

In ogni caso, il contenuto di alcaloidi nei semi di papavero puo venire drasticamente abbattuto fino al 90% semplicemente trattando i semi. In parole povere una volta cotti perdono tutte le loro proprietà che sballano.

Pizza All'Oppio
Focaccia con cipolle e semi di papavero

Pizza All’Oppio

Quindi cari amici pizzaioli, se volete dei clienti felici, che lasciano il vostro locale con il sorriso, e …tornano a trovarvi per altre pizze ai semi di papavero… 🙂 dovete aggiungerli crudi sulla pizza.

Il rischio di diventare tossico dipendenti mangiando pizze su pizze in quantità esagerata è davvero improbabile, ma con certezza darà un risultato positivo agli oppiacei durante un qualsiasi test antidroga. Casi simili sono già avvenuti, non solo in Cina, anche in Italia.

Fonte: EFSA – European Food Safety Authority “Scientific Opinion on the risks for public health related to the presence of opium alkaloids in poppy seeds”

Condividi questo articolo sulla tua bacheca Facebook e su G+. Aiuta questo blog a crescere.

Olio di Semi di Canapa Sulla Pizza

 

Olio di Semi di Canapa Sulla Pizza. Nessun altro alimento in natura è in grado di fornire un equilibrio così ottimale tra omega 3 e omega 6. Proprio questa è la maggiore differenza tra l’olio di semi di canapa e gli altri oli commercializzati. In ogni caso, il consumo di questo tipo di olio non deve sostituire completamente quello dell’olio di oliva che è indispensabile per il suo apporto di omega 9.

Olio di Semi di Canapa Sulla Pizza
Olio di semi di canapa

Se amiamo il nostro corpo, dovremmo assumere un cucchiaio di olio di oliva e un cucchiaino di olio di canapa al giorno, in questo modo avremo il giusto apporto di tutti gli acidi grassi.

Rispetto agli altri oli vegetali, quello di semi di canapa contiene solo una bassa quantità di acidi grassi saturi, contiene inoltre acido gamma linoleico che è estremamente importante per il nostro equilibrio ormonale e la regolazione dei lipidi.

Gli acidi grassi contenuti in questo olio, favoriscono sviluppo di occhi, pelle, cervello, sistema nervoso e circolatorio, ma possiede tante altre proprietà:

Vitamina A, Vitamine B, C, P ed E. Tutto questo significa che aumenta le nostre difese immunitarie, agisce contro la stanchezza, mantiene sana pelle, capelli,mucose, ottimo rinforzo contro le infezioni polmonari e contro tutti i problemi cardiovascolari.

E’ inoltre ricchissimo di sali minerali come potassio, fosforo, calcio, ferro e magnesio.

Olio di Semi di Canapa Sulla Pizza
Olio di canapa

Olio di Semi di Canapa Sulla Pizza

Un team dell’università del Minnesota dopo recenti studi ha verificato che l’alto contenuto di cannabinoidi garantisce un ottimo miglioramento delle attività cognitive. Assolutamente fantastico per i diabetici, grazie al suo alto contenuto di fitosteroli, abbassa in tempi record i livelli di colesterolo LDL e totale, riducendo il rischio di trombosi.

Provvidenziale per la nostra pelle: assunto per bocca o applicato localmente, cura le dermatiti secche e atopiche, psoriasi, herpes, eczemi e tutte le infiammazioni localizzate.

Recenti studi hanno inoltre evidenziato che c’è uno stretto legame tra malattie metaboliche, arteriosclerotiche e cardiovascolari e la assunzione di acidi grassi saturi e transaturi (idrogenati), se assunto giornalmente l’olio di canapa ci protegge persino da questo tipo di malattie.

Infine, è stata già dimostrata l’efficacia di questo olio per la cura di altre patologie: artrosi, diabete, artrite reumatoide, sindromi neurologiche e ginecologiche e depressione.

Olio di Semi di Canapa Sulla Pizza
Proprietà olio di canapa

Olio di Semi di Canapa Sulla Pizza

In pizzeria

Un filo di olio di semi di canapa aggiunto ad una pizza appena sfornata da un profumo ed un sapore eccezionale. Aggiungetelo ad una pizza con rucola, oppure semplicemente sopra una focaccia per dare ai vostri capolavori, un gusto unico!!

Studi pubblicati sul Journal of Clinic and Experimental Neuropsychology

Fonti:

http://www.expocannabis.uy/

https://modin.org/relazioni-periodiche/

A proposito, cosa aspetti a Cliccare su G+ e poi condividerlo sulla tua bacheca Facebook? 😉 (Gli articoli così tecnici sono di grande aiuto per chi realizza la pizza a casa propria o nella propria attività!)

Fai click su G+ e condividi su Facebook questo post, non verrai dirottato in nessun’altra pagina ma dimostrerai la tua riconoscenza per questo articolo! Grazie

Oliera in Pizzeria

Oliera in Pizzeria. C’era una volta….tanti anni fa un attrezzo inseparabile del Pizzaiolo. L'”Oliera in rame”. Ricordo con immensa gioia questo affascinante attrezzo contenente olio extra vergine di oliva.
Ogni pizzeria ne possedeva uno diverso.

Oliera in Pizzeria

Oliera in Pizzeria
Oliera in Pizzeria
Oliera in Pizzeria
Oliera in rame stagnato
Oliera in Pizzeria
Oliera classica
Oliera in Pizzeria
Oliera in Pizzeria

Questi attrezzi solitamente in rame stagnato erano in se oggetti preziosi dal valore inestimabile.
Tutti, ma dico proprio tutti i pizzaioli lo usavano per aggiungere alla pizza appena sfornata il tocco di olio extra vergine di oliva a rilasciare i profumi della terra e dei suoi frutti. L’aggiunta di olio extra vergine di oliva è importante, come è importante l’aggiunta delle foglie di basilico fresche.
Girando per le pizzerie nei giorni odierni, noto con dispiacere che la vecchia oliera in rame è scomparsa, a volte sostituita da queste moderne e scure bottiglie di vetro dal collo lungo, in altri casi, l’olio non viene aggiunto affatto a fine cottura, per timore di ungere troppo la pizza.

Oliera in Pizzeria

Devo ammettere che ho provato anche io ad usare la bottiglia di olio extra vergine al posto della classica oliera in rame, ma con pessimi risultati, la quantità di olio che fuoriesce dal beccuccio della bottiglia è irregolare e si corre il rischio di versarne troppo sulla pizza.
Totalmente differente è l’uso dell’oliera in rame, dal beccuccio lungo e sottile, distribuisce giusto un filo di olio in modo uniforme sulla superfice della pizza.
Se proprio non volete spendere per una oliera in rame, vi consiglio una di queste moderne oliere in acciaio.
Oliera a becco 1/2 litro acciaio

Fanno anche loro il lavoro in maniera egregia, non scolano l’olio lungo i bordi quindi non sporca il vostro piano di lavoro, dal prezzo davvero abbordabile disponibile su Amazon
Pizzaioli di tutto il mondo…..tornate a lavorare con la vecchia e classica oliera in rame stagnato, oppure con la più moderna oliera in acciaio e aggiungete il tocco di olio “buono” sulla pizza, i clienti vi ringrazieranno.
Ti piacerebbe fare la pizza a casa tua come un esperto pizzaiolo? Iscriviti al nostro corso professionale online. Clicca qui.
ramaio oliera

Olio di oliva sulla pizza.

Oliera in Pizzeria Overall rating: ★★★★★ 4.9 based on 20 reviews
5 1
Rate & review
Share: Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi “G+” per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

La pizza si mangia con le mani o con le posate?

La pizza si mangia con le mani o con le posate?

Ogni volta che ci sediamo a tavola in pizzeria con degli amici, parenti o perfetti sconosciuti, ci troviamo di fronte al solito dubbio: Sto facendo bene a mangiare la pizza con le mani o sarebbe meglio usare il coltello e la forchetta?

Diamo una veloce ripassata a quello che ci suggerisce il “bon ton”, le buone maniere dello stare seduti a tavola.

Fortunatamente, per mangiare la pizza è sufficiente seguire alcuni semplici accorgimenti:

La pizza al trancio si mangia con le mani, mentre la pizza al piatto va rigorosamente consumata con coltello e forchetta.

Mentre durante il consumo di pizza al trancio non ci sono regole da seguire, a parte quella di non parlare con la bocca piena :-), per la pizza al piatto e l’uso delle posate rivediamo insieme velocemente come dobbiamo comportarci.

La pizza si mangia con le mani o con le posate?

La posizione delle posate a tavola durante una pausa e a fine pasto.

La posizione di pausa

La pizza si mangia con le mani o con le posate
La pizza si mangia con le mani o con le posate

Se durante il pranzo desiderate fare una pausa, per bere o per altri motivi, si devono lasciare le posate nella posizione seguente:

Coltello a ore 16 con la lama rivolta verso il centro del piatto

Forchetta a ore venti con le punte rivolte verso il basso a toccare la punta del coltello.

Posizione delle posate quando avrete finito di mangiare:

La pizza si mangia con le mani o con le posate
La pizza si mangia con le mani o con le posate

A fine pranzo disponete le posate nel piatto ad ore 18:30, il coltello a destra con la lama rivolta verso il centro del piatto e la forchetta alla sua sinistra con le punte verso l’alto.

Su questa posizione di fine pranzo purtroppo, alcuni galatei non concordano e suggeriscono la posizione ad ore 14:10 ed addirittura altri consigliano di posizionare le posate ad ore 15:15.

Personalmente suggerisco a tutti di adottare la posizione ad ore 18:30 per un motivo ben preciso: Il cameriere quando sparecchierà toglierà il piatto dalla vostra destra, quindi lasciare le posate alla posizione ad ore 15:15 sarebbero di intralcio al cameriere con il rischio che esse possano accidentalmente cadere sul vostro vestito, sui vostri pantaloni o la gonna.

La pizza si mangia con le mani o con le posate
La pizza si mangia con le mani o con le posate

La pizza si mangia con le mani o con le posate?

Queste regole del galateo ahimè non sono uguali in tutti i paesi. Sapevate che in Inghilterra e in Francia le forchette vanno sempre appoggiate nel piatto con la punta rivolta verso il basso? Tutto ebbe inizio nel 1714 quando Re Giorgio d’Inghilterra durante un pranzo reale si infuriò per le notizie riportate da un messo reale e battendo fortemente con i pugni nel piatto fece volare pericolosamente la forchetta. Da allora si decise di modificare la posizione della forchetta rivolgendo le punte di essa verso il basso, poi nel corso degli anni la moda contagiò anche la vicina Francia.

Altra regola del galateo che andrebbe sempre rispettata è quella di non incrociare mai le posate. Non ha niente a che vedere con la sfortuna, ma a Sant’Andrea che condannato, scelse di morire su una croce a forma di X rifiutandosi di morire allo stesso modo in cui morì Gesù. Da allora si evita di ricordare la crudele storia evitando di disporre le posate a croce nel piatto.

Un ultimo consiglio sulle buone maniere del sedersi a tavola: non appoggiate mai le posate con la punta sul piatto e il manico sulla tovaglia. Esse vanno sempre deposte in equilibrio dentro al piatto.

Per tutti quelli che non hanno alcuna intenzione di seguire le buone maniere quando sono seduti a tavola, ricordo che disporre le posate in un determinato modo invece che in un altro, aiuta il personale di sala a svolgere il proprio lavoro egregiamente e più velocemente senza inutili perdite di tempo.

La pizza si mangia con le mani o con le posate? Valutazione complessiva: ★★★★★ 4.9 basato su 20 recensioni
5 1
Tasso & recensione

Quota: Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi “G +” per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!