Gli Asparagi Selvatici

Gli Asparagi Selvatici. Come ogni anno con l’arrivo della primavera spuntano gli asparagi selvatici

Gli Asparagi Selvatici
Gli Asparagi Selvatici

e si iniziano a vedere in giro per i campi gli appassionati alla raccolta di questa deliziosa pianta dagli eleganti steli verdi.

E’ possibile trovarli in quasi tutte le regioni d’Italia, nei boschi, nei territori incolti, talvolta fino a 1300 metri di altezza.

Si distinguono per lo stelo sottile e per il loro retrogusto amarognolo, ma molto gradevole.

Sono un alimento ipocalorico, 100 grammi di asparagi contengono solo 24 calorie.

L’alto contenuto di asparagina e potassio da a questa pianta un’importante proprietà diuretica disintossicante e depurativa.

Gli Asparagi Selvatici
Gli Asparagi Selvatici

Gli Asparagi Selvatici In Cucina

Gli asparagi in cucina: Gli asparagi selvatici rispetto ad altre varietà hanno un gusto più intenso e amaro, quindi sono adatti ad essere consumati sia crudi che cotti.

Per consumarli crudi nelle insalate vanno separati dalla parte inferiore del gambo che risulta più dura da masticare.

Deliziosi se lessati leggermente e conditi con limone e olio.

Ottimo con le frittate, con i risotti e come ripieno per ravioli.

Si mantengono ottimamente conservati sott’olio.

Gli Asparagi Selvatici
Gli Asparagi Selvatici

Gli Asparagi Selvatici

In pizzeria gli asparagi classici sono molto usati, forse un pò meno quelli selvatici. Sono deliziosi se aggiunti ad una buona pizza. Gli Asparagi Selvatici si possono facilmente abbinare al pomodoro, al prosciutto crudo e a tanti altri ingredienti.

Ti piacerebbe preparare la pizza a casa tua come un vero pizzaiolo professionista? Iscriviti al nostro corso di pizzaiolo professionale online. Tantissimi video da guardare e suggerimenti per preparare una pizza perfetta a casa tua. Per informazioni clicca qui.

Gli Asparagi Selvatici
Gli Asparagi Selvatici

[RICH_REVIEWS_SNIPPET] Tasso & recensione

Quota: Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi “G +” per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*