La Pizza Margherita Storia e Ricetta

La pizza Margherita Storia e Ricetta

La pizza Margherita Storia e Ricetta

di Silvio Cicchi
La Pizza Margherita Storia e Ricetta
Pizza Margherita

La storia ci racconta che il pizzaiolo Raffaele Esposito che lavorava a Napoli nella pizzeria “Pietro…e Basta Così”(1780) la stessa pizzeria esiste ancora oggi e si chiama “Pizzeria Brandi”, fu chiamato dal funzionario della reggia di Capodimonte, dove si trovavano in visita il Re d’Italia Umberto I e sua moglie Margherita di Savoia a preparare una pizza per loro. La regina gradì molto la pizza che appunto prese il suo nome. Era una pizza molto semplice, ed aveva i tre colori della bandiera italiana. Il verde del basilico, il bianco della mozzarella e il rosso del pomodoro.

La pizza Margherita Storia e Ricetta

Targa di dove è nata la pizza Margherita
Targa Nascita della Pizza Margherita
La regina margherita di savoia
La Regina Margherita di Savoia

 

La pizza Margherita è la pizza più famosa al mondo, ogni pizzeria ne propone una sua versione.

Oggi prepareremo la classica pizza Margherita, esistono numerose varianti ma ognuno ha il suo personalissimo modo per prepararla, questa è la mia ricetta.

Ingredienti per 4 persone:

Impasto: Per la preparazione dell’impasto leggi questo articolo

Altri ingredienti necessari:

250 grammi di Mozzarella

200 grammi di pomodori pelati
Tempo di preparazione: 30 min
Tempo di cottura: 20 min
Tempo di lievitazione 1 ora circa o fino a che l’impasto non sia raddoppiato di volume.

Preparazione:

Prendere il panetto lievitato e spianarlo su una teglia ben unta.

Condire con i pomodori pelati, olio, sale e basilico

Cuocere per una ventina di minuti a 220 gradi.
Appena la pizza margherita sarà quasi pronta, toglierla dal forno e condirla con la mozzarella tagliata a cubetti e il basilico e infornate per altri 5 minuti.

Tagliare e servire ben calda.

Storia e ricetta della pizza margherita

Pizza Margherita

La pizza Margherita Storia e Ricetta Overall rating: ★★★★★ 4.9 based on 21 reviews
5 1
Rate & review
Gli amici: Il patrimonio più grande che io possieda. Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi “G+” per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!