Le Frittelle di Fiori di Sambuco

Le Frittelle di Fiori di Sambuco. Con l’arrivo della primavera per me inizia la stagione della raccolta dei fiori di Sambuco.

Questa pianta che può raggiungere anche i 3 metri di altezza, inizia a fiorire ad aprile e va avanti fino a maggio inoltrato ed è possibile raccogliere i deliziosi fiori da proporre ai vostri ospiti, fritti in una deliziosa e leggera pastella.

Le Frittelle di Fiori di Sambuco
Le Frittelle di Fiori di Sambuco

Il sambuco al termine della fioritura produce delle squisite bacche commestibili che vengono usate in cucina per produrre confetture e in erboristeria per essere impiegati come tisane e medicamenti naturali, ma di questo parleremo più avanti in uno dei miei prossimi post.

E’ possibile trovare il sambuco in tutte le regioni del nostro paese fino a 1500 metri di altezza.

Le Frittelle di Fiori di Sambuco
Le Frittelle di Fiori di Sambuco

Le Frittelle di Fiori di Sambuco

Per la raccolta seguite attentamente i nostri consigli validi per la raccolta di tutte le piante selvatiche commestibili:

Non raccogliete piante vicino a strade trafficate (inquinamento), non raccogliete piante vicino a zone coltivate, potrebbero essere state trattate con pesticidi, ma soprattutto non raccogliete mai piante che non conoscete, esistono tante piante velenose, quindi fate molta attenzione.

Raccogliere i fiori di sambuco è molto semplice, quando li separate dalla pianta, fate attenzione a lasciare il gambo leggermente lungo e al ritorno a casa immergeteli nell’acqua, altrimenti appassiranno in fretta.

Le Frittelle di Fiori di Sambuco
Le Frittelle di Fiori di Sambuco

Le Frittelle di Fiori di Sambuco

Preparazione della pastella

Essendo i fiori di sambuco molto delicati, vi suggerisco di non usare una pastella complessa con aggiunta di uova o grassi. La cosa che si adatta meglio a questa ricetta è la semplice e collaudata pastella con la sola acqua e farina, magari usate una farina semi integrale per dare al vostro prodotto una consistenza maggiore e una leggera croccantezza. Le dosi? Mi dispiace ma dovrete fare ad occhio visto che ogni tipo di farina assorbe una quantita di acqua differente. Niente sale nella pastella, così potrete spolverarle di zucchero una volta fritte se le preferite dolci, altrimenti anche leggermente salate sono squisite.

Una volta preparata la pastella, mettete a scaldare in una padella dell’olio per friggere, io uso esclusivamente olio di girasole per la preparazione di questa ricetta, l’olio di semi vari o l’olio extra vergine di oliva hanno un sapore troppo forte se paragonato alla delicatezza del fiore di sambuco.

Appena l’olio avrà raggiunto la temperatura di 150-180 gradi immergete il fiore pastellato tenendolo per il gambo come fosse uno spiedino. In un paio di minuti il fiore di sambuco pastellato sarà ben dorato. Lasciatelo a scolare su uno strato di carta assorbente per rimuovere l’olio di frittura in eccesso e spolveratelo con dello zucchero grezzo oppure zucchero a velo a seconda delle vostre preferenze.

Per servirli a tavola potete aggiungere nel piatto di presentazione qualche fiorellino fresco rimasto, per abbellire la vostra presentazione.

Le Frittelle di Fiori di Sambuco
Le Frittelle di Fiori di Sambuco

Le Frittelle di Fiori di Sambuco

Nei nostri corsi di pizzaiolo che proponiamo regolarmente nella nostra scuola, è previsto anche lo street food, vengono preparate molte specialità come le frittelle con i fiori di sambuco, per saperne di più sui nostri corsi, clicca qui.

Se desideri avere maggiori informazioni su questa bellissima pianta, ti suggerisco di controllare la pagina dedicata al sambuco su wikipedia.

Ti piacerebbe preparare la pizza a casa tua per i tuoi ospiti come un vero professionista? Dai un occhiata al nostro corso di pizzaiolo professionale ONLINE. Tantissimi video da vedere e rivedere e tantissimi trucchi da imparare per ottenere la pizza perfetta nel tuo forno di casa. Per maggiori informazioni clicca qui.

[RICH_REVIEWS_SNIPPET] Tasso & recensione

Quota: Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi “G +” per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*