pizza inferno

Pizza Inferno Ricetta Ingredienti Preparazione

La Pizza Inferno fa parte della categoria “pizze piccanti” titolo preso in prestito dai tanti film dell’orrore, ma che ben lascia immaginare a cosa si andrà incontro nel mangiare questa pizza.

Altre pizze appartenenti alla categoria piccante più o meno famose che troviamo nei menù delle pizzerie sono: Satana, Messicana, Calabrese, Paradiso & Inferno e qualche calzone, lo Sputafuoco e Le fiamme dell’inferno, fino ad arrivare alla pizza Etna, servita al tavolo con la scenografica presentazione “flambè”.

Da comune “peccatore”umano, a fine carriera, riesco ad immaginare per me un futuro roseo visto e considerato che sono un amante del cibo piccante.

pizza inferno
Pizza inferno

Pizza inferno ingredienti

I deliziosi ingredienti che compongono questa pizza sono: pomodoro, mozzarella, acciughe, capperi, salame piccante e peperoncino.

Pizza inferno ricetta

Queste dosi sono per realizzare a casa vostra 4 pizze al piatto oppure una teglia 30 x 40 cm che sono le dimensioni standard dei forni di casa.

pizza inferno
Pizza inferno piccante

Pizza Inferno Impasto

Ricetta pizza fatta in casa
Ingredienti Note
Farina 500 grammi NON usate le farine con il lievito già miscelato dentro oppure le miscele di farine. Se volete mangiare la vostra pizza questa sera a cena, usate una normale farina di tipo “0”, se è prodotta da qualche mulino locale ancora meglio.
Acqua 250 grammi Acqua del vostro rubinetto non fredda, intorno ai 20 gradi.
Olio extravergine d’oliva 1-2 cucchiai Non è di fondamentale importanza, ma qualche cucchiaio di olio migliorerà la maglia glutinica della vostra pizza.
Sale 5-10 grammi (1-2 cucchiaini) Poco sale, e mai a diretto contatto con il lievito. Per non commettere errori, aggiungetelo al vostro impasto quasi alla fine.
Lievito di birra fresco 2-3 grammi Non è un errore di scrittura, lievito di birra fresco 2 o 3 grammi. Considera che un cubetto di lievito acquistato al supermercato pesa 25 grammi, quindi aggiungine solo qualche briciola. Il lievito granulare va bene ma essendo i fermenti disidratati, la lievitazione impiegherà più tempo. Non usare assolutamente il lievito per dolci in bustine con o senza vanillina..

 

Preparazione dell’impasto per pizza.

pizza inferno
Pizza inferno con peperoncini

Versate l’acqua in una ciotola, scioglieteci il lievito e l’olio e aggiungete la farina. Dopo che gli ingredienti si sono amalgamati aggiungete il sale.

Quando l’impasto si staccherà completamente dalle vostre mani, sarà pronto per la fase successiva.

Dividetelo in 4 palline, copritele con un canovaccio e lasciate a riposo per un ora per la lievitazione.

Nel frattempo preparatevi gli ingredienti per farcire le vostre pizze.

Trascorso il tempo necessario per la lievitazione, ungete con poco olio 4 contenitori tondi per forno, anche quelli di alluminio che trovate comunemente in tutti i supermercati vanno bene (diametro 28-30 cm). Appoggiateci sopra le palline e con i vostri polpastrelli premete dal centro verso l’esterno. Questa operazione potete farla a casa vostra anche con il mattarello se vi risulterà più facile.

Terminata la fase di stesura delle palline, aiutandovi con un cucchiaio aggiungete il pomodoro, spezzettate dei filetti di acciughe uniformemente sulle pizze, aggiungete i capperi, disponete le fette di salame piccante su tutta la superficie e aggiungete un abbondante strato di mozzarella. A cottura ultimata aggiungete dell’olio piccante sulla superficie delle vostre pizze prima di servirle al tavolo.

Infornate nel vostro forno precedentemente riscaldato a 200/250 gradi per 10 minuti circa o fino a quando il bordo avrà raggiunto il grado di doratura perfetto.

Per accompagnare una ottima pizza inferno c’è bisogno necessariamente di un ottimo vino rosso corposo e …..speriamo che ne abbiano anche “laggiù” quando arriverò!!

pizza inferno
Pizza inferno piccantissima

Ti piace la pizza piccante? Lasciaci la tua ricetta tra i commenti su questa pagina.

Se desideri saperne di più sull’inferno, dai un occhiata a wikipedia, clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*